Il tuo carrello

LIBRERIA E FORMAZIONE GIURIDICA

Sempre aggiornati con la newsletter

ESAME AVVOCATO 2020 | GUIDA ALLA SCELTA DEI CODICI

Sommario (cliccando su una della voci qui di seguito si raggiuge subito l’area d’interesse):

PRESENTAZIONE (ovvero i consigli del libraio)

In questo articolo cercheremo di offrire una panoramica il più esaustiva possibile (e in continuo aggiornamento) sull’offerta dei codici da portare all’esame di avvocato, fondamentale strumento per la redazione di atti e pareri.

Scopri le nostre offerte!

Grazie alla nostra decennale esperienza cercheremo di dare anche i consigli e le indicazioni che possono aiutare nella scelta.

Iniziamo con una lista della ‘classiche’ domande che ogni anno la maggior parte degli aspiranti avvocati ci pone in occasione della scelta del codice.

Innanzi tutto invitiamo a visionare le anagrafiche dei codici perché le stiamo implementando con immagini dei contenuti in modo da poter confrontare anche a distanza le caratteristiche di ogni codice.

Per fare un esempio queste sono le immagini dell’impaginazione dei codici Nel Diritto, Giuffrè e Cedam a confronto

Nel Diritto
Giuffrè
Cedam

Queste sono le domande che generalmente ci vengono poste da chi si appresta ad acquistare i codici per l’esame.

Se prendo più codici esistono dei pacchetti? Assolutamente sì. Le stesse case editrici propongono dei pacchetti a prezzi scontati. Per visualizzare tutte le combinazioni e tutte le offerte, scorri l’articolo.

Qual è il codice migliore e perchè? Vorremmo rispondere d’impulso che ” il codice migliore è quello che è migliore per te”, cioè quello che trovi più agevole durante la consultazione, con una impaginazione chiara , che ti aiuta a trovare più velocemente la massima risolutiva, che evidenzia in neretto le parole chiave che stai cercando e che supera tutti per completezza e aggiornamento.

In sostanza il codice migliore non esiste a priori. Lo diventa nel momento in cui, avendo la possibilità di consultarli tutti, potrai constatarne le differenze e concludere che il più adatto per te è quello della casa editrice…..

Noi possiamo in ogni caso assisterti nella scelta, illustrandoti le differenze e indicandoti i più venduti e perchè.

Resta inoltre da aggiungere che è molto importante poter utilizzare il codice qualche mese prima delle prove scritte: solo in questo modo, mettendoti alla prova nella ricerca di una massima di riferimento conforme o contraria, potrai valutarne l’effettiva completezza e il reale aggiornamento.

Quali sono le differenze? La nostra esperienza ci porta a differenziare i codici della Giuffrè, di Nel Diritto e della Simone (vorremmo includere in questa categoria anche i codici Dike ma quest’anno, per la prima volta, non verranno pubblicati) da quelli della Cedam.

Per leggere le differenze, scorri la pagina e vai sulla singola casa editrice.

Bisogna prendere anche le procedure? I richiami processuali richiesti nella redazione degli elaborati in sede d’esame sono rari, ma per stare tranquilli consigliamo di portare anche le procedure. Nel caso , almeno quella relativa all’atto che sarai sicuro di scegliere durante la terza prova.

Bisogna prendere anche le leggi complementari e speciali? In passato sono state selezionate delle tracce i cui riferimenti normativi erano leggi speciali, civili e penali. Per cui, ribadiamo, per non trovarsi sprovvisti di strumenti durante lo scritto o solo per una propria serenità, vi consigliamo di valutarne accuratamente l’acquisto.

Bisogna prendere anche i codici ‘secchi’ senza commento? Si, servono, più che altro per una ricerca veloce degli articoli. Consigliamo o i quattro codici o i due codici sostanziali insieme alle procedure. Tutti rigorosamente aggiornati.

Cosa sono le rassegne? Le rassegne sono dei veri e propri codici annotati con la giurisprudenza che raccolgono le massime degli ultimi anni e quelle rilevanti. Vengono acquistati, ahimè, da chi non ha superato lo scritto per integrare i codici già in possesso o da chi vuole aggiungere altra giurisprudenza ben selezionata da portare all’ esame.

Cosa sono le addende? Quando escono? Sono gratuite? Le addende sono dei piccoli opuscoli di aggiornamento ai codici e di cui hanno la stessa impostazione (quindi da portare all’esame) , gratuiti, che arrivano in libreria solitamente alla fine di novembre. Sono previste anche per le rassegne. Solo chi acquista il codice e la rassegna quindi ne ha diritto. In libreria avvertiamo noi i nostri clienti del loro arrivo in modo che possano venire a ritirarle non appena sono qui!

Ma questo codice è sicuro che entra? Per rispondere a questa domanda rimandiamo alla lettura di un altro nostro articolo dedicato a questo tema .. clicca qui!

E queste sono le nostre offerte!

CODICI

NEL DIRITTO

Hanno un’ impaginazione diversa da quella della Cedam.

La definiremmo “più luminosa”, gli articoli sono ben evidenziati rispetto alle annotazioni, corrente il neretto di alcune parole e frasi chiave e la giurisprudenza ben selezionata.

CODICI SINGOLI

PACCHETTI

CEDAM

I codici della Cedam rimangono i c.d. codici storici, quelli che per primi, anni fa, sono stati pubblicati per l’esame scritto e solitamente appartengono a una sorta di tradizione del singolo studio legale (non sono pochi i dominus che li hanno utilizzati in passato e che suggeriscono proprio per questo motivo ai loro praticanti di acquistarli aggiornati).

Sono di più difficile consultazione, hanno una giurisprudenza che definiremmo “fitta”, i riferimenti finali di ogni massima sono l’anno e il numero di repertorio e quando presenti le Sezioni Unite (gli altri codici richiamano anche l’organo emittente , se di legittimità o di merito), la giurisprudenza risalente è tanta (ma non per questo non aggiornata) e per tale motivo molto utili nella ricostruzione dell’istituto e per lo svolgimento dell’elaborato (soprattutto nel caso in cui la traccia richieda di introdurre il parere con i famosi “cenni all’ istituto” o alla “fattispecie”), le pagine sono sottilissime e leggere. Necessario quindi è poterli “maneggiare”, studiare e utilizzare tempo prima.

CODICI SINGOLI

PACCHETTI

GIUFFRE’

La Giuffrè sostanzialmente si avvicina ai codici nel Diritto ma ha scelto un colore particolare per le pagine interne e il loro contenuto: color grigio/ blu a detta di alcuni di non facile lettura mentre ad altri intuitivi e risolutivi.

CODICI SINGOLI

PACCHETTI

SIMONE

CODICI SINGOLI

PACCHETTI

RASSEGNE E AGGIORNAMENTI

LEGGI SPECIALI E COMPLEMENTARI

Condividi via:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

novità editoriali ottobre 2020

Per gli acquisti superiori a € 50 le spese di spedizione sono gratuite. Le novità sono divise per argomento,...
Leggi tutto

RICERCA BIBLIOGRAFICA SUL DANNO DA PHISHING

TESTI SUL REATO DI PHISHING
Leggi tutto

RICERCA BIBLIOGRAFICA SU GDPR E SPORT

Leggi tutto

SONO ARRIVATE LE NUOVE BUSTE PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI ATTI GIUDIZIARI

PER ACQUISTARE LE NUOVE BUSTE PER LE NOTIFICHE CLICCA QUI Sono arrivate le nuove buste per le notifiche in...
Leggi tutto

Ricerca bibliografica sulla Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istambul , 11 maggio 2011).

La Convenzione di Istambul si propone di prevenire la violenza contro le donne , favorire la protezione delle vittime...
Leggi tutto

Ricerca bibliografica sul rischio nel diritto penale

Leggi tutto

© 2019 Copyright Medichini Clodio.

Web Design by Khamilla.com