Il tuo carrello

In offerta!

CASI SCELTI DI DIRITTO AMMINISTRATIVO

Informazioni aggiuntive

IN SINTESI

Tempi di spedizione 2/3 giorni lavorativi

Autore: AA.VV.

Editore: GIAPPICHELLI

Anno di pubblicazione: 2021

Pagg: 397

25,00 23,75

APPROFONDISCI

DESCRIZIONE:

Il volume esamina alcuni argomenti centrali nello studio del diritto amministrativo attraverso una selezione di sentenze del giudice amministrativo, quello ordinario della Corte Costituzionale, al fine di offrire al lettore materiale giurisprudenziale di supporto all’apporofndimento teorico dei temi affrontati.

 

INDICE:

a XIII
Parte I
ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA
Capitolo I
PRINCIPI E MODELLI DI ORGANIZZAZIONE
Sezione I – Principi e norme costituzionali sull’organizzazione 3
1. L’art. 97 della Costituzione 3
2. Il principio di imparzialità 6
3. Il principio di buon andamento 9
4. Il principio di separazione tra politica e amministrazione 16
5. Il principio di sussidiarietà verticale 18
6. L’autonomia comunale e provinciale; i poteri sostitutivi regionali e il potere
di annullamento straordinario del governo 20
7. Il principio di sussidiarietà orizzontale 28
Sezione II – Modelli organizzativi (esempi) 29
1. L’ente pubblico: criteri per una definizione 30
2. Le autorità amministrative indipendenti 36
3. L’organismo di diritto pubblico 41
4. L’impresa pubblica 46
Sezione III – Micro organizzazione 51
1. Organi ed uffici (rapporto organico) 51
2. L’organo collegiale 52
3. I rapporti interorganici 56
4. Il funzionario di fatto 62
VI Indice
pag.
Parte II
IL POTERE AMMINISTRATIVO E IL SUO ESERCIZIO
Capitolo II
IL POTERE AMMINISTRATIVO
Sezione I – Atti politici, atti di alta amministrazione 67
1. Gli atti politici 67
2. Gli atti di alta amministrazione 70
Sezione II – Discrezionalità amministrativa, discrezionalità tecnica, attività di accertamento 72
1. La discrezionalità amministrativa 72
2. La discrezionalità tecnica 74
3. Attività di mero accertamento 79
4. Qualificazione dell’attività amministrativa: di diritto amministrativo/di diritto
privato. 82
Sezione III – Attività amministrativa e situazioni soggettive 85
1. Differenziazione e qualificazione dell’interesse legittimo 85
2. Attività vincolata e natura delle situazioni soggettive 88
3. Attività amministrativa e diritti fondamentali 91
4. Interessi legittimi dei terzi 93
5. Gli interessi collettivi 94
Sezione IV – Il provvedimento 96
1. La tipicità dei provvedimenti imperativi 96
2. Deroghe alla tipicità; le ordinanze contingibili e urgenti 98
3. Esecutività 100
4. Esecutorietà 101
5. Revocabilità 102
6. Annullabilità d’ufficio 107
Sezione V – Le diverse tipologie di provvedimento 112
1. Provvedimenti conformativi 112
2. Provvedimenti ablatori 114
3. Autorizzazioni e concessioni 118
4. Provvedimenti sanzionatori 121
Sezione VI – La SCIA e i poteri amministrativi ad essa correlati 123
1. Natura della SCIA 123
Indice VII
pag.
2. I poteri di controllo 124
3. La posizione dei terzi 126
Capitolo III
IL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO
Sezione I – La fase di iniziativa 129
1. L’istanza di parte 129
2. Il provvedimento in forma semplificata 131
3. L’iniziativa d’ufficio 132
4. La comunicazione di avvio del procedimento 135
Sezione II – La fase istruttoria 138
1. La partecipazione procedimentale 138
2. La partecipazione nei procedimenti preordinati all’emanazione di atti amministrativi generali 142
3. Il responsabile del procedimento e il soccorso istruttorio 144
4. Le ispezioni e l’accesso diretto alle informazioni detenute dal privato 147
5. I pareri e le valutazioni tecniche 149
6. La conferenza di servizi istruttoria 154
7. La comunicazione dei motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza 156
8. Principi relativi all’istruttoria procedimentale 158
Sezione III – La fase decisoria 161
1. Il provvedimento e la motivazione 161
2. Gli accordi integrativi e sostitutivi 167
3. Il silenzio assenso 172
4. Il silenzio inadempimento 175
5. Il silenzio assenso tra pubbliche amministrazioni 177
6. La conferenza di servizi decisoria 184
Sezione IV – La fase di integrazione dell’efficacia 190
Capitolo IV
L’ACCESSO AI DOCUMENTI E IL PRINCIPIO DI TRASPARENZA
Sezione I – L’accesso ai documenti amministrativi 195
1. La legittimazione attiva e passiva 195
2. Le eccezioni e i limiti al diritto di accesso 203
3. Le decisioni sull’istanza di accesso 206
VIII Indice
pag.
Sezione II – L’accesso civico 208
1. Gli obblighi di pubblicazione e l’accesso civico semplice 208
2. L’accesso civico generalizzato 210
3. L’accesso civico e i contratti pubblici 213
Parte III
L’ANTIGIURIDICITÀ
Capitolo V
LA NULLITÀ DELL’ATTO AMMINISTRATIVO
Sezione I – In generale 233
Sezione II – Il difetto assoluto di attribuzione 235
1. La carenza di potere in astratto 235
2. La carenza di potere in astratto ed in concreto 236
Sezione III – Gli elementi essenziali del provvedimento 237
1. L’oggetto 237
2. La forma 238
3. La volontà 240
Sezione IV – Le nullità testuali 240
Sezione V – La violazione o l’elusione del giudicato 243
Capitolo VI
L’ANNULLAMENTO DEL PROVVEDIMENTO AMMINISTRATIVO
Sezione I – L’incompetenza 247
1. Nei rapporti tra organi collegiali degli enti 247
2. Nei rapporti tra organi politici ed amministrativi 250
3. Nei rapporti tra il Sindaco (ufficiale del Governo) ed altri organi dell’amministrazione statale 251
Sezione II – L’eccesso di potere 252
1. Lo sviamento di potere 253
2. Le ipotesi di eccesso di potere per anomalie inerenti al contenuto dispositivo 254
3. L’eccesso di potere per contrasto con principi del giusto procedimento 259
Indice IX
pag.
Sezione III – La violazione di legge 262
1. L’ambito applicativo 262
2. La violazione della normativa europea 263
3. La violazione di circolare 264
Sez. IV – L’invalidità amministrativa a fronte di condotta penalmente
rilevante 265
Sezione V – Le violazioni di legge sul procedimento e sulla forma non invalidanti 267
1. L’art. 21-octies, co. 2, primo periodo, l. n. 241/1990 267
2. L’art. 21-octies, co. 2, secondo periodo 271
Capitolo VII
L’ATTIVITÀ AMMINISTRATIVA ED ILLECITO
Sezione I – L’illecito da provvedimento amministrativo e illecito da comportamento materiale 275
1. In generale 275
Sezione II – La responsabilità civile della p.a. per danni da comportamento materiale 276
1. L’originaria irresponsabilità civile dell’amministrazione pubblica e prime aperture giurisprudenziali 276
2. L’art. 28 della Costituzione e la responsabilità della p.a. e dei pubblici agenti 278
3. Il nesso di occasionalità necessaria come ulteriore fondamento della responsabilità civile della p.a. 279
4. L’illecito da mancata espropriazione, lesione del diritto di proprietà e responsabilità civile della p.a. 280
5. Le fattispecie particolari di responsabilità civile dell’amministrazione (c.d.
oggettiva e per fatto altrui) 281
Sezione III – La responsabilità civile della p.a. per danni da provvedimento 286
1. La tesi dell’interesse legittimo come situazione soggettiva irrisarcibile 286
2. La Cass., S.U., 22.7.1999, n. 500 286
3. La c.d. colpa d’apparato 287
4. Il nesso di causalità tra provvedimento illegittimo e danno 289
5. La qualificabilità della lesione di interesse legittimo come danno ingiusto 290
6. Segue: Gli interessi oppositivi 291
7. Segue: gli interessi pretensivi 293
8. La quantificazione del danno risarcibile 294
9. La risarcibilità del danno connesso ad illegittimità formale o sostanziale del
provvedimento 295
X Indice
pag.
10. Il danno da disturbo 297
11. Il danno da perdita di chance 298
12. Il danno da ritardo 299
13. Il danno non patrimoniale 302
Sezione IV – La responsabilità precontrattuale 304
1. L’Adunanza plenaria n. 5/2018 304
Sezione IV – La responsabilità amministrativa del pubblico agente 311
1. La nozione di responsabilità amministrativa 311
2. La necessità di un rapporto di servizio tra il danneggiante e l’amministrazione 311
3. Il danno erariale e la colpa grave 313
4. Il danno erariale derivante da lesione di diritti immateriali dell’ente pubblico 314
5. Il danno erariale: azione di responsabilità e azione civile di responsabilità 316
Parte IV
LE ATTIVITÀ STRUMENTALI E DI GESTIONE
Capitolo VIII
I CONTRATTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
Sezione I – L’attività contrattuale dell’amministrazione ed i suoi principi 319
1. I principi di buon andamento e imparzialità 320
2. Il principio di concorrenza 325
3. I principi di buon andamento e concorrenza: loro derogabilità 328
Sezione II – Il procedimento ad evidenza pubblica e le sue fasi 332
1. ll bando di gara: nozione, contenuto e tutela del partecipante alla gara 332
2. La natura del bando di gara e la tutela del concorrente avverso le clausole illegittime 335
3. I requisiti operatori economici: motivi di esclusione e criteri di selezione 337
4. La presentazione delle offerte e la scelta del contraente 339
5. I criteri di selezione dell’offerta migliore 340
6. L’aggiudicazione e la stipulazione del contratto 346
7. L’esecuzione del contratto 348
Sezione III – La deroga alla regola dell’evidenza pubblica: l’affidamento
in house 356
Indice XI
pag.
Sezione IV – Il contratto di concessione 359
1. La concessione e l’appalto: aspetti differenziali 359
2. La concessione di lavori e di servizi: profili di disciplina 361
3. La concessione di servizi e la concessione di beni: profili comuni e differenziali 362
Capitolo IX
I BENI PUBBLICI
Sezione I – I beni demaniali 365
1. La dismissione dei beni pubblici 366
2. La concessione di beni demaniali e il cd. diritto di insistenza 367
Sezione II – I beni patrimoniali 370
1. I beni patrimoniali indisponibili e l’autotutela 370
Sezione III – L’uso dei beni pubblici 371
Capitolo X
LA GESTIONE DEL PERSONALE CON POTERI DATORIALI PRIVATI
Sezione I – Il rapporto di lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione 373
1. L’accesso al pubblico impiego privatizzato 373
2. Le deroghe al principio del concorso per l’accesso al pubblico impiego 376
3. L’accesso al pubblico impiego e i contratti a termine 382
Sezione – II. La dirigenza pubblica 386
1. Il conferimento dell’incarico dirigenziale 386
2. La revoca dell’incarico dirigenziale e lo spoil system 389
3. La responsabilità dirigenziale e la responsabilità disciplinare del dirigente 396

 

25,00 23,75

25,00 23,75

© 2019 Copyright Medichini Clodio.

Web Design by Khamilla.com