Il tuo carrello

In offerta!

DIRITTO PENALE. ESTRATTO

Informazioni aggiuntive

IN SINTESI

Tempi di spedizione 2/3 giorni lavorativi

Autore: Domenico Pulitano’

Editore: GIAPPICHELLI

Anno di pubblicazione: 2021

Pagg: 340

30,00 28,50

APPROFONDISCI

INDICE:

PARTE I
IL PROBLEMA PENALE
CAPITOLO 1
INTRODUZIONE
1. L’oggetto di studio: il problema penale 3
2. Il diritto penale come modo di disciplina 6
3. La struttura degli ordinamenti penali 7
4. La scienza giuridica penale 8
5. Scienza giuridica e saperi sul mondo 11
6. Diritto e morale 12
7. Il problema della legittimazione del diritto penale 15
CAPITOLO 2
DIRITTO PENALE E SISTEMA POLITICO
1. Il modello liberale del diritto penale 17
1.1. La necessità di difesa dei diritti 17
1.2. Il diritto penale, strumento e limite della politica criminale 19
1.3. Il diritto penale fra concezioni del male e concezioni della
vita buona 20
VI Indice
pag.
1.4. Il principio dell’eguale rispetto 21
1.5. Problemi del diritto ingiusto 22
2. Diritto penale e giustizia penale 23
2.1. Il paradigma cognitivo del garantismo 23
2.2. La tensione fra garanzie liberali e finalismo repressivo 25
3. Rapporti fra il diritto penale e altri settori dell’ordinamento giuridico 27
4. Tendenze autoritarie nel diritto penale 28
CAPITOLO 3
LA TEORIA GENERALE DEL REATO
1. Il reato come oggetto di studio 31
2. Il fatto 32
3. Il problema della giustificazione 33
4. Il problema della colpevolezza 34
5. Modelli a confronto 35
6. Reato e punibilità 37
7. I principi della teoria del reato 38
7.1. Principi immanenti e trascendenti il sistema 38
7.2. I principi costituzionali 39
8. La teoria del reato come costruzione razionale 40
CAPITOLO 4
TEORIE DELLA PENA
1. L’idea della pena retributiva 43
1.1. La pena retributiva come valore in sé 43
1.2. Tendenze eticizzanti e implicazioni garantiste 44
2. La prevenzione generale 45
2.1. La deterrenza 45
2.2. La c.d. prevenzione generale positiva 47
2.3. La prevenzione generale come problema 47
3. La prevenzione speciale 49
Indice VII
pag.
3.1. L’idea della ‘rieducazione’ 49
3.2. L’idea della neutralizzazione di soggetti pericolosi 51
4. Convergenze e tensioni fra idea retributiva e concezioni finalistiche 52
CAPITOLO 5
L’ORDINAMENTO PENALE ITALIANO
1. Il codice Rocco 56
2. Principi costituzionali di rilevanza penalistica. Un quadro d’insieme 59
3. Riforme di sistema 61
3.1. La novella del 1974 61
3.2. La riforma penitenziaria 62
3.3. Leggi di depenalizzazione e deflazione penalistica 63
3.4. Nuove articolazioni del sistema sanzionatorio 64
4. Interventi sulla parte speciale del sistema penale 64
5. La giustizia penale in azione 67
6. Tentativi di riforma del codice 68
7. Uno sguardo alla scienza penale italiana 69
7.1. Scuola classica e scuola positiva 70
7.2. Il c.d. indirizzo tecnico-giuridico 71
7.3. La scienza penale negli anni della Repubblica 73
PARTE II
LA LEGGE PENALE
CAPITOLO 1
IL PRINCIPIO DI LEGALITÀ
1. Significati del principio di legalità 77
VIII Indice
pag.
2. Legalità e uguaglianza 79
3. La legge e il giudice 80
CAPITOLO 2
LA RISERVA DI LEGGE IN MATERIA PENALE
1. Fonti del diritto penale. Legge dello Stato e atti aventi forza di
legge 83
2. Ambito della riserva di legge 85
3. Legge penale e leggi regionali 85
4. Riserva assoluta o relativa? 87
5. La tutela penale di provvedimenti individuali e concreti 88
6. Sentenze ‘manipolative’ della Corte costituzionale 90
7. La c.d. riserva di codice 90
CAPITOLO 3
OGGETTI E LIMITI DELLA TUTELA PENALE
1. Il problema degli oggetti di tutela 92
2. Presupposti fattuali e dimensione normativa 93
3. La teoria dei beni giuridici costituzionali 95
4. Principio del danno e altri principi di legittimazione del penale 96
5. La giurisprudenza costituzionale. Diritti di libertà e principio
d’uguaglianza come limiti all’intervento penale 98
6. Sistema dei beni giuridici e scelte di incriminazione 100
6.1. Il problema delle soglie di tutela 100
6.2. Beni giuridici finali e strumentali 101
6.3. La c.d. tutela di funzioni 102
7. La questione degli obblighi costituzionali di penalizzazione 102
8. Il controllo di costituzionalità su norme di favore 104
9. I beni giuridici come criterio di organizzazione del sistema dei
reati 106
10. Bene giuridico e diritto penale minimo 108
Indice IX
pag.
CAPITOLO 4
LA FORMULAZIONE DELLE FATTISPECIE
1. Precisione del precetto e tecniche di formulazione della fattispecie 109
1.1. La necessaria descrittività della fattispecie 109
1.2. Concetti descrittivi. Il riferimento al sapere scientifico 110
1.3. Gli elementi normativi della fattispecie 111
2. Precisione del precetto e procedimento ordinario di interpretazione 112
3. L’indeterminatezza del precetto come non riferibilità al mondo
dell’esperienza 114
4. Sul carattere frammentario del diritto penale 115
CAPITOLO 5
L’INTERPRETAZIONE DELLA LEGGE PENALE
1. Il problema e i soggetti dell’interpretazione 117
2. La legge come messaggio linguistico 118
3. Interpretazione razionale e sistematica 120
4. Interpretazione e principi costituzionali 121
5. Il divieto d’analogia e la questione dell’interpretazione estensiva 123
6. Interpretazione e applicazione della legge penale 125
CAPITOLO 6
PRINCIPI COSTITUZIONALI
SULLE SANZIONI PENALI
1. Funzioni della pena 127
2. Misura delle pene edittali 130
3. Problemi di struttura delle pene edittali 133
4. Misure di sicurezza 135
X Indice
pag.
CAPITOLO 7
LEGGE PENALE E VINCOLI SOVRANAZIONALI
1. La Convenzione europea dei diritti dell’uomo 137
2. Legalità penale e diritto europeo 140
3. Il penale nel Trattato di Lisbona 142
4. Obblighi di penalizzazione di fonte europea 144
5. La questione dei controlimiti 146
PARTE III
IL REATO
CAPITOLO 1
IL FATTO DI REATO
1. Il c.d. principio di materialità 151
2. Le modalità di tipizzazione del fatto 152
2.1. La condotta 152
2.2 L’evento naturalistico 153
2.3. Illeciti di lesione e di modalità di lesione 154
2.4. Articolazioni del sistema 156
3. Il problema dell’offesa 156
4. Consumazione del reato e tipologie di reati 158
5. I soggetti. Reati comuni e reati propri 160
6. Delitti e contravvenzioni 161
CAPITOLO 2
IL PROBLEMA DELLA CAUSALITÀ
1. Il concetto di causa come condizione necessaria 163
2. Il sapere scientifico come base del giudizio sulla causalità 165
Indice XI
pag.
3. La struttura della spiegazione causale 167
4. Alternative alla teoria della condizione necessaria? 171
4.1. Teoria della causalità adeguata 171
4.2. Teorie dell’imputazione obiettiva dell’evento 171
5. Il problema delle concause e l’art. 41 172
6. Limiti di funzionalità del paradigma causale 173
CAPITOLO 3
L’ANTICIPAZIONE DELL’INTERVENTO PENALE.
I REATI DI PERICOLO
1. I problemi. Il pericolo nel sistema penale 175
2. Classificazioni del pericolo 177
3. Pericolo concreto 179
4. Pericolo astratto 180
5. Un sistema a più livelli 182
6. Il principio di precauzione 183
CAPITOLO 4
REATI OMISSIVI
1. Problemi generali della responsabilità per omissione 186
2. Reati di pura omissione 188
3. Reati commissivi mediante omissione. Generalità 189
4. Causalità dell’omissione 190
5. Tipicità dell’omissione causale. Le posizioni di garanzia 193
5.1. Posizioni di protezione 194
5.2. Posizioni di controllo 196
5.3. Doveri di impedimento di reati commessi da terzi 196
6. Limiti strutturali alla configurabilità di reati omissivi impropri? 198
XII Indice
pag.
PARTE IV
CAUSE DI GIUSTIFICAZIONE
CAPITOLO 1
GIUSTIFICAZIONE E NON PUNIBILITÀ
1. Tipicità e giustificazione 203
2. Cause di non punibilità in senso stretto 205
3. Fonti della giustificazione e della non punibilità 205
4. Rilevanza oggettiva delle cause di giustificazione 206
CAPITOLO 2
ESERCIZIO DI UN DIRITTO
E ADEMPIMENTO DI UN DOVERE
1. Fondamento e contenuto della scriminante 208
2. L’adempimento di un dovere 209
CAPITOLO 3
IL CONSENSO DELL’AVENTE DIRITTO
1. Il consenso fra tipicità e giustificazione 212
2. Requisiti del consenso 214
3. Consenso e integrità fisica 214
4. Problemi di fine vita 217
5. Consenso all’esposizione a pericolo 221
Indice XIII
pag.
CAPITOLO 4
LEGITTIMA DIFESA
1. La difesa necessitata come diritto 223
2. Il pericolo attuale di un’offesa ingiusta 225
3. La necessità di difendere un diritto 226
4. La proporzione fra difesa e offesa 227
5. Legittima difesa nel privato domicilio 230
6. I c.d. offendicula 233
CAPITOLO 5
STATO DI NECESSITÀ
1. Analogie e differenze fra stato di necessità e legittima difesa 236
2. Stato di necessità determinato dall’altrui minaccia 238
3. Stato di necessità e stato di bisogno 239
4. Il soccorso di necessità 240
4.1. Soccorso di necessità e doveri di soccorso 240
4.2. L’autonomia della persona come limite al soccorso di necessità 240
5. Stato di necessità e poteri dell’autorità 242
CAPITOLO 6
USO LEGITTIMO DELLE ARMI
1. Il problema 244
2. I presupposti della coazione legittima 245
3. I mezzi usati e la proporzione 246
4. Il soccorso difensivo ad opera della forza pubblica 248
XIV Indice
pag.
PARTE V
LA COLPEVOLEZZA
CAPITOLO 1
IL PRINCIPIO DI COLPEVOLEZZA
1. Teorie sulla colpevolezza 251
1.1. Il problema della colpevolezza 251
1.2. Colpevolezza e funzioni della pena 253
1.3. Il principio di colpevolezza fra concezioni funzionali e
concezioni garantiste 254
2. I criteri d’imputazione soggettiva nell’ordinamento italiano 255
2.1. Il sistema dell’imputazione soggettiva nel codice Rocco 255
2.2. La rilevanza della distinzione fra dolo e colpa 256
3. La rilevanza costituzionale del principio di colpevolezza 257
CAPITOLO 2
IL DOLO
1. Contenuto psicologico e oggetto del dolo 262
2. Dolo intenzionale, diretto, alternativo 264
3. Dolo eventuale 266
4. Il contenuto di coscienza necessario al dolo 271
5. Accertamento del dolo 272
6. Il dolo nei reati omissivi 274
7. I confini del dolo e la razionalità del sistema 275
CAPITOLO 3
LA COLPA
1. La condotta colposa come inosservanza di regole cautelari 277
2. L’individuazione di regole cautelari 279
Indice XV
pag.
2.1. I criteri della prevedibilità e prevenibilità 280
2.2. L’agente modello 281
2.3. Il c.d. principio d’affidamento 282
2.4. Doveri di sapere e di saper fare 283
3. La formalizzazione di regole cautelari 284
3.1. Regole cautelari rigide ed elastiche 285
3.2. Regole cautelari e principio di legalità 286
4. Il problema del rischio consentito 287
5. Doveri di sicurezza e costo economico 289
6. Il nesso fra colpa ed evento 290
6.1. L’evento come concretizzazione del rischio 290
6.2. La prevedibilità dell’evento 291
6.3. La questione del comportamento alternativo lecito 293
7. La misura soggettiva della colpa 293
8. Il grado della colpa 294
9. Caso fortuito e forza maggiore 296
CAPITOLO 4
L’ERRORE SUL FATTO
1. L’errore sul fatto 298
2. L’errore su legge extrapenale 298
2.1. Leggi penali di origine extrapenale 299
2.2. L’errore sugli elementi normativi 299
3. L’errore su elementi specializzanti 302
CAPITOLO 5
ALTRI CRITERI D’IMPUTAZIONE
1. La responsabilità oggettiva nel codice Rocco. Il versari in re illicita 304
2. L’illegittimità costituzionale della responsabilità oggettiva 305
3. Preterintenzione e delitti aggravati dall’evento 306
4. Reato aberrante 308
XVI Indice
pag.
4.1. Aberratio delicti 308
4.2. Aberratio ictus 309
5. Condizioni obiettive di punibilità 310
6. Una deroga ai principi: la disciplina dell’ignoranza dell’età della
persona offesa nei delitti sessuali 312
7. L’inesigibilità come scusante generale? 313
CAPITOLO 6
L’ERRORE SULL’ILLICEITÀ
DEL FATTO COMMESSO
1. Il principio tradizionale: l’irrilevanza dell’errore sull’illiceità 315
2. L’ignoranza inevitabile dell’illiceità come causa di esclusione della
colpevolezza 317
3. I criteri dell’evitabilità dell’errore sul precetto 319
3.1. Dovere di conoscenza della legge e doveri del legislatore 319
3.2. L’adempimento dei doveri di informazione come causa di
esclusione della colpevolezza 320
3.3. Le fonti d’errore incolpevole sull’illiceità 321
3.4. Il dubbio invincibile sulla liceità o illiceità 322
4. L’ignoranza dei doveri militari 323
CAPITOLO 7
ERRORE ED ECCESSO COLPOSO
IN CAUSE DI GIUSTIFICAZIONE
1. L’errore sulla situazione scriminante 324
2. L’erronea supposizione d’un diritto o dovere scriminante 325
3. L’eccesso colposo 327
Indice XVII
pag.
CAPITOLO 8
L’IMPUTABILITÀ
1. Imputabilità e colpevolezza 329
2. La c.d. actio libera in causa 331
3. Vizio totale di mente 331
4. Vizio parziale di mente 334
5. Ubriachezza e azione di sostanze stupefacenti 334
6. Intossicazione cronica da alcol o da sostanza stupefacente 336
7. Minore età 337
8. Sordomutismo 338
9. Dolo e colpa in soggetti naturalisticamente incapaci 338

30,00 28,50

30,00 28,50

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

© 2019 Copyright Medichini Clodio.

Web Design by Khamilla.com