Il tuo carrello

In offerta!

ENERGIA SOSTENIBILE E CAMBIAMENTO CLIMATICO. PROFILI GIURIDICI DELLA TRANSAZIONE ENERGETICA

Informazioni aggiuntive

IN SINTESI

autore: Francesco Scalia

editore: Giappichelli

anno di pubblicazione: settembre 2020

pagine: 608

70,00 66,50

APPROFONDISCI

Indice
Prefazione di Alfredo Contieri XIII
Introduzione
1. Energia e sviluppo sostenibile 1
2. Energia sostenibile ed ambiente 18
3. La sostenibilità dell’energia quale bene comune 25
4. Le ragioni ed il piano del libro 37
Capitolo I
L’energia sostenibile nel diritto internazionale e nell’azione di
contrasto del cambiamento climatico
Sezione I
L’energia sostenibile nel diritto internazionale
1. Premessa 41
2. La Carta dell’Energia ed il relativo Trattato 44
2.1. Le norme dell’ECT sulla protezione degli investimenti ed i giudizi
arbitrali avverso leggi di rimodulazione retroattiva in senso peggiorativo di incentivi alle fonti rinnovabili 47
2.2. I principi in materia ambientale dell’ECT ed il Protocollo sull’efficienza energetica 56
3. La Carta Internazionale dell’Energia 59
4. Il Trattato che istituisce la Comunità dell’energia 61
5. La Convenzione delle Alpi 64
6. L’International Renewable Energy Agency (IRENA) ed il relativo Trattato
istitutivo 70
7. L’energia sostenibile nella soft law internazionale 74
Sezione II
L’energia sostenibile nell’azione della comunità internazionale di
contrasto del cambiamento climatico
1. Premessa 80
2. La Convenzione Quadro di Rio de Janeiro sui cambiamenti climatici e il
Protocollo di Kyoto 87
3. Da Kyoto a Parigi 94
4. L’Accordo di Parigi 99
4.1. L’architettura policentrica dell’Accordo di Parigi 111
5. Il dopo Parigi 120
6. Conclusioni: Energia sostenibile e lotta al cambiamento climatico 123
Capitolo II
L’energia sostenibile nell’ordinamento giuridico europeo
Sezione I
L’evoluzione della legislazione europea in materia di energia
sostenibile
1. L’energia sostenibile nella legislazione comunitaria prima del Trattato di
Lisbona 126
2. Il Trattato di Lisbona e l’art. 194 del TFUE 131
3. La politica dell’Europa in materia di energia sostenibile dopo il Trattato di
Lisbona 137
Sezione II
Il Clean Energy Package e la governance dell’Unione dell’energia
1. Il Clean Energy Package 139
2. La governance dell’Unione dell’energia 141
3. Il ruolo centrale della Commissione europea nella governance dell’Unione
dell’energia 156
4. Il sistema di compliance delineato dal regolamento 162
Sezione III
L’efficienza energetica nell’ordinamento europeo
1. Il cammino dell’Europa nell’efficienza energetica 168
2. La disciplina europea quadro dell’efficienza energetica 174
2.1. Gli obiettivi di efficienza energetica 174
2.2. L’efficienza nell’uso dell’energia 176
2.2.1. L’efficienza energetica negli acquisti da parte degli enti pubblici 176
2.2.2. L’obbligo di risparmio 180
2.2.3. Regimi obbligatori di efficienza energetica 186
2.2.4. Le misure politiche alternative 191
2.2.5. La scelta dei settori di intervento 194
2.2.5.1. Settore dei trasporti 195
2.2.5.2. Settore idrico 197
2.2.6. Le politiche di contrasto della povertà energetica 198
2.2.7. Gli audit energetici 202
2.2.8. La misurazione e l’informazione sulla fatturazione ed il ruolo
dei consumatori nella promozione dell’efficienza energetica 204
2.2.8.1. Misurazione e informazione di fatturazione e consumo del gas naturale 209
2.2.8.2. Misurazione e informazione di fatturazione e consumo dell’energia termica 211
2.2.8.3. Misurazione e informazione di fatturazione e consumo dell’energia elettrica 220
2.2.8.4. Sistemi intelligenti di misurazione dell’energia elettrica 223
2.3. L’efficienza nella fornitura dell’energia 226
2.3.1. La promozione dell’efficienza per il riscaldamento e il raffreddamento 226
2.3.2. L’efficienza nella trasformazione, trasmissione e distribuzione dell’energia 232
2.4. I servizi energetici 233
2.4.1. L’Energy Performance Contract – EPC 234
3. L’efficienza energetica nell’edilizia 239
3.1. La direttiva sulla prestazione energetica nell’edilizia 240
3.1.1. La strategia di ristrutturazione a lungo termine 241
3.1.2. La metodologia di calcolo della prestazione energetica degli
edifici e la valutazione della loro predisposizione all’intelligenza 245
3.1.3. La fissazione dei requisiti minimi di prestazione energetica e
gli edifici a «energia quasi zero» 248
3.1.4. Edilizia e mobilità sostenibile 251
3.1.5. L’attestato di prestazione energetica 252
3.1.6. Le ispezioni degli impianti 253
3.1.7. Revisione e recepimento 254
Sezione IV
La riqualificazione energetica del parco immobiliare pubblico
1. Premessa 255
2. L’obbligo di riqualificazione energetica degli edifici dell’Amministrazione centrale dello Stato 255
3. Il Partenariato Pubblico-Privato quale strumento per la riqualificazione
energetica del patrimonio immobiliare pubblico 257
4. Il PPP nell’ordinamento europeo e le decisioni EUROSTAT 266
Sezione V
L’energia da fonti rinnovabili
1. Premessa 271
2. L’evoluzione della disciplina dell’energia da fonti rinnovabili nell’ordinamento europeo 272
3. La direttiva 2018/2001/UE (RED II) sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili 276
4. I regimi di sostegno 278
5. I regimi di sostegno alle rinnovabili e la disciplina degli aiuti di Stato 288
5.1. La giurisprudenza della Corte di giustizia sugli aiuti di Stato alle rinnovabili 297
5.2. Regimi incentivanti l’energia sostenibile, obblighi di servizio di interesse generale e mercato comune dell’energia 308
6. Stabilità del sostegno finanziario e tutela dell’affidamento degli operatori
privati 313
7. La semplificazione delle procedure amministrative 332
7.1. I Power Purchase Agreements (PPA) 337
8. Energie rinnovabili e regolazione urbanistica ed edilizia 340
9. Informazione e garanzie di origine 342
10. Autoconsumo e comunità di energia rinnovabile 344
11. Teleriscaldamento e teleraffreddamento 349
12. Energia rinnovabile nel settore dei trasporti 352
13. Criteri di sostenibilità per i biocarburanti, i bioliquidi e i combustibili da
biomassa 359
Capitolo III
Il cambiamento climatico nell’ordinamento giuridico europeo
Sezione I
Le politiche europee di contrasto dei cambiamenti climatici
1. L’evoluzione delle politiche europee di contrasto del climate change 365
2. Il quadro attuale delle politiche europee nell’orizzonte 2050 367
Sezione II
I settori non compresi nell’Emission Trading Scheme
1. La Effort Sharing Decision 373
2. Il regolamento Land-Use, Land-Use Change and Forestry (LULUCF) 374
3. Il regolamento relativo alle riduzioni annuali vincolanti delle emissioni di
gas serra a carico degli Stati membri per il periodo 2021-2030 380
Sezione III
L’European Emission Trading Scheme
1. Istituzione ed evoluzione dell’Emission Trading Scheme 383
2. Struttura attuale e funzionamento dell’EU ETS 395
2.1. Natura giuridica delle quote di emissione 398
2.2. L’assegnazione mediante asta delle quote di emissioni 402
2.3. L’assegnazione gratuita di quote di emissione 404
2.4. Assegnazione annuale, trasferimento, restituzione e cancellazione delle quote di emissioni e sistema sanzionatorio 410
2.5. Monitoraggio e comunicazione delle emissioni e loro verifica 412
2.6. Il sistema dei registri 414
3. Il linking con gli strumenti flessibili introdotti dal Protocollo di Kyoto e
dall’Accordo di Parigi 416
4. Le ragioni del sostanziale fallimento (ad oggi) dell’EU ETS 419
5. Le proposte della Commissione europea, contenute nella Comunicazione
relativa al Green Deal europeo, di “aggiustamento” delle distorsioni dell’EU
Capitolo IV
Energia sostenibile, cambiamento climatico e WTO
Sezione I
Le regole fondamentali del GATT e la loro permeabilità rispetto alle
istanze ambientali
1. Premessa 434
2. Il principio di non discriminazione e la nozione di “similarità” dei prodotti 438
3. Le eccezioni alle regole della WTO funzionali alla tutela dell’ambiente 442
3.1. L’eccezione generale prevista dall’art. XX, lett. d), del GATT 450
Sezione II
Gli accordi multilaterali settoriali rilevanti in tema di energia
sostenibile e contrasto al cambiamento climatico
1. Premessa 451
2. La disciplina delle sovvenzioni e l’Agreement on Subsidies and Countervailing Mesaures 452
3. L’Accordo sull’Agricoltura 457
4. L’Accordo sugli ostacoli tecnici agli scambi 459
5. L’Accordo sugli investimenti 464
Sezione III
Il principio di precauzione
1. L’Accordo sulle misure sanitarie e fitosanitarie ed il principio di precauzione 467
2. Il principio di precauzione nel diritto e nella giurisprudenza della WTO 472
3. Il principio di precauzione nel diritto europeo ed internazionale 482
4. La proporzionalità quale elemento essenziale dell’approccio precauzionale
nel diritto internazionale ed europeo e nel diritto della WTO 488
Sezione IV
La compatibilità dei regimi incentivanti l’energia sostenibile con il
sistema WTO
1. Premessa 494
2. Regimi incentivanti l’energia da fonte rinnovabile e WTO 496
3. Il contenzioso in ambito WTO in materia di sussidi all’energia rinnovabile 501
3.1. Canada – Feed-in Tariff Program 501
3.2. India – Solar Cells 504
3.3. U.S – Renewable Energy 513
4. Conclusioni 514
Sezione V
La compatibilità di border carbon adjustment measures con i principi
e le regole della WTO
1. Premessa 518
2. Profili di possibile conflitto tra principi e regole della WTO e le border
tax measures 519
3. Compatibilità della misura con l’art. III del GATT 521
4. Compatibilità di Carbon Border Measures con le regole del GATT in virtù delle eccezioni generali previste dall’art. XX 530
5. Conclusioni 532
Capitolo V
La giustizia climatica
Sezione I
Il contenzioso climatico in ambito internazionale
1. Il contenzioso climatico in ambito internazionale e l’influenza dell’Accordo di Parigi sul suo sviluppo 535
1.1. Il tema della legittimazione processuale nel contenzioso climatico e
la Public Interest Litigation 542
1.2. Giustizia climatica e diritti umani 548
Sezione II
Giustizia climatica e Corte di Giustizia UE
1. Il contenzioso climatico dinanzi alla Corte di Giustizia UE 552
2. Compatibilità delle limitazioni di accesso alla Corte di Giustizia in materia ambientale con la Convenzione di Aarhus 555
Sezione III
Le possibili prospettive della giustizia climatica nell’ordinamento
italiano
1. La legittimazione ad agire in materia ambientale delle associazioni ambientaliste 561
2. Le suggestioni della dottrina sulla legittimazione ad agire dei singoli per
la tutela di interessi “comuni” 575
3. I piani nazionali integrati per l’energia ed il clima e la loro sindacabilità
giurisdizionale 581
Conclusioni 587

70,00 66,50

70,00 66,50

© 2019 Copyright Medichini Clodio.

Web Design by Khamilla.com