Usa questo campo di ricerca per la ricerca approfondita nel catalogo dei testi disponibili

Usa questo campo per la ricerca generale in tutto il portale tra corsi, articoli, libri e vari contenuti

In offerta!

I CONTRATTI DI INTERMEDIAZIONE

IN SINTESI

Tempi di spedizione: 2/3 giorni lavorativi

Autore: Astolfo Di Amato

Editore: Pacini Editrice

Anno di pubblicazione: 2022

Pagine: 499

74,10

APPROFONDISCI

I contratti di intermediazione costituiscono, oggi, una categoria particolarmente ampia.

Nel recente passato il mercato si è articolato in segmenti in larga misura nuovi e sempre più specializzati.

Una conseguenza è stata la moltiplicazione dei contratti di intermediazione, che si sono andati differenziando in funzione delle specificità dei mercati, in cui sarebbero stati utilizzati.

La specializzazione, dunque, si è tradotta in una differenziazione degli schemi contrattuali.

Tale differenziazione non ha, sempre, dato luogo alla emanazione di una apposita disciplina, con la conseguente necessità di fare riferimento, in questi casi, alle prassi contrattuali.

È stato dato adeguato rilievo, nella trattazione delle varie figure, agli orientamenti giurisprudenziali, in modo da rendere il volume fruibile anche nell’attività forense ed in sede operativa.

Indice
INTRODUZIONE ………………………………………………………………………….» 1
Astolfo Di Amato
1 Lo sviluppo dei contratti di intermediazione ……………………………………….» 1
2 L’algoritmo come intermediario…………………………………………………………» 2
3 Le regole comunitarie sulle piattaforme con funzione di intermediazione…» 4
CAPITOLO I
IL MANDATO ………………………………………………………………………………..» 5
Gianni Baldini
SEZIONE I
IL CONTRATTO DI MANDATO: PROFILI GENERALI…………………………..» 5
1 Il contratto di mandato: inquadramento e qualificazione……………………….» 5
1.1 Definizioni e contenuto……………………………………………………………» 5
1.2 Disciplina: conclusione del contratto ed elementi essenziali ……………» 7
1.3 Distinzione con altre figure contrattuali………………………………………» 12
1.4 (Segue) mandato e rappresentanza ………………………………………………» 16
2 Le obbligazioni del mandatario………………………………………………………….» 19
2.1 L’obbligo generale di diligenza nello svolgimento dell’incarico ex art
1710 c.c. il ruolo della clausola generale di correttezza e buona fede ex
art. 1175 c.c. ……………………………………………………………………………….» 19
2.2 Le obbligazioni principali: compimento dell’attività giuridica e
rimessione al mandante di quanto ricevuto a causa del mandato…………..» 24
2.3 Obbligazioni accessorie: obbligo di informazione, di rendiconto, di
custodia e salvaguardia…………………………………………………………………..» 26
3 Le obbligazioni del mandante……………………………………………………………» 31
3.1 L’anticipazione dei mezzi al mandatario: obbligo od onere?…………….» 31
3.2 Gli altri obblighi: rimborsi delle spese anticipate e corresponsione del
compenso. Profili di responsabilità…………………………………………………..» 32
3.3 (Segue) il diritto all’indennizzo dei danni subiti nell’esecuzione
dell’incarico …………………………………………………………………………………» 35
4 Profili di responsabilità del mandatario e del mandante…………………………» 36
4.1 L’inadempimento: totale, per ritardo, inesatto………………………………» 36
4.2 I rimedi: risarcimento del danno e recesso……………………………………» 38
4.3 (Segue) la risoluzione: per inadempimento …………………………………..» 40
4.4 (Segue) per eccessiva onerosità; per impossibilità sopravvenuta ………..» 42
4.5 Tutela dei crediti del mandatario ex art. 1721 e 2761 c.c………………..» 44
4.6 L’eccesso di mandato ex art. 1711 c.c. …………………………………………» 45
4.7 (Segue) differenze con altri istituti: negotiorum gestio e arricchimento
senza causa…………………………………………………………………………………..» 48
4.8. Profili di responsabilità del mandante e del mandatario: la ratifica ex
art 1711 c.c. ………………………………………………………………………………..» 49
5 Sostituzione del mandatario e submandato………………………………………….» 52
5.1 Sostituzione del mandatario: inquadramento del problema…………….» 52
5.2 (Segue) articolazione della fattispecie e profili di responsabilità del
mandante, del mandatario e del sostituto………………………………………….» 54
5.3 (Segue) i rapporti fra mandante e sostituto …………………………………..» 56
5.4 Il submandato: inquadramento della figura………………………………….» 56
SEZIONE II
IL MANDATO A STRUTTURA SOGGETTIVAMENTE COMPLESSA ……….» 58
1 Il contratto di mandato con struttura soggettivamente complessa:
generalità………………………………………………………………………………………….» 58
2 Pluralità di mandanti: il mandato collettivo…………………………………………» 59
2.1 Individuazione della fattispecie: pluralità di soggetti ed unicità/
indivisibilità dell’affare e dell’interesse perseguito dal mandatario………….» 59
2.2 (Segue) l’unico atto e il patto espresso di irrevocabilità……………………» 62
2.3 Inadempimento del mandatario verso alcuni mandanti………………….» 63
3 Pluralità di mandatari: inquadramento della fattispecie e ricognizione delle
principali problematiche……………………………………………………………………..» 64
3.1 Mandato disgiuntivo: solidarietà fra i mandatari, procedimento di
formazione del contratto, eventi estintivi ………………………………………….» 66
3.2 (Segue) disciplina dell’inadempimento e profili di responsabilità ……..» 68
3.3 Mandato congiuntivo: definizioni e modalità di perfezionamento del
contratto……………………………………………………………………………………..» 69
3.4 (Segue) disciplina dell’esecuzione ed effetti delle cause di scioglimento
del contratto ………………………………………………………………………………..» 71
3.5 (Segue) disciplina dell’adempimento e profili di responsabilità:
casistica……………………………………………………………………………………….» 73
SEZIONE III
LE VICENDE ESTINTIVE DEL RAPPORTO: CAUSE GENERALI E
PARTICOLARI………………………………………………………………………………….» 75
1 L’estinzione del mandato: cause generali e particolari di cessazione del
rapporto …………………………………………………………………………………………..» 75
2 Cause generali di estinzione………………………………………………………………» 76
2.1 Morte, interdizione, inabilitazione del mandante o del mandatario….» 76
2.2 L’esercizio di un’attività d’impresa………………………………………………» 78
2.3 Ultrattività del mandato e profili di responsabilità del mandante e del
mandatario ………………………………………………………………………………….» 79
2.4 Mancata conoscenza della causa di estinzione e opponibilità al
mandante dell’atto compiuto dal mandatario in esecuzione dell’incarico..» 81
2.5 (Segue) il mandato post mortem: ammissibilità ………………………………» 82
3 Cause particolari di estinzione…………………………………………………………..» 83
3.1 La revoca del mandato: inquadramento, caratteristiche e ragione
giustificativa…………………………………………………………………………………» 83
3.1.1 L’atto di revoca: natura, definizione e forma della dichiarazione » 84
3.1.2 Limiti al potere di revoca e responsabilità…………………………….» 85
3.1.3 Tipologie di revoca e responsabilità del mandante. Irrevocabilità
relativa e irrevocabilità assoluta ………………………………………………….» 86
3.1.4 Tipologie di revoca e responsabilità del mandante. Irrevocabilità
relativa e irrevocabilità assoluta…………………………………………………..» 87
3.1.5 La revoca del mandato in rem propriam e del mandato collettivo» 88
3.1.6 Il risarcimento del danno per recesso (senza giusta causa) del
mandante. Mandato oneroso (ex art. 1725 c.c.) e quantificazione del
pregiudizio……………………………………………………………………………..» 90
3.1.7 (Segue) la posizione della Corte di Cassazione……………………….» 92
3.1.8 Mandato irrevocabile (ex art. 1723 comma 1) e determinazione
del danno risarcibile. Conclusioni. ……………………………………………..» 93
3.2 La rinunzia del mandatario: inquadramento e definizioni ………………» 95
3.2.1 Profili di responsabilità del mandatario: rinunzia al mandato a
tempo determinato ………………………………………………………………….» 96
3.2.2 Rinunzia nel mandato a tempo indeterminato ……………………..» 98
3.2.3 Il risarcimento del danno: differenze fra revoca e rinunzia e
qualificazione dell’interesse leso………………………………………………….» 99
3.2.4 La rinunzia come atto lecito dannoso o come illecito
contrattuale? …………………………………………………………………………..» 101
SEZIONE IV
IL MANDATO IN REM PROPRIAM………………………………………………………» 102
1 Il mandato in rem propriam. Cenni introduttivi……………………………………» 102
2 La struttura del mandato in rem propriam. L’interesse del mandatario o del
terzo………………………………………………………………………………………………..» 104
2.1 Rapporto fra mandato e interesse giuridico del mandatario…………….» 106
2.2 Il mandato in rem propriam quale complessa pattuizione diretta alla
soddisfazione dell’interesse del mandatario o del terzo ………………………..» 108
3 Limiti operativi e profili di responsabilità delle parti nel mandato in rem
propriam. Casistica …………………………………………………………………………….» 110
3.1 Mandato all’incasso e cessione di credito……………………………………..» 111
3.2 Mandato in rem propriam e rappresentanza processuale del
mandatario ………………………………………………………………………………….» 114
3.3 Mandato alle liti e mandato a transigere una controversia ………………» 115
3.4 Mandato in favore di terzi e mandato nell’interesse del terzo.
inquadramento della fattispecie……………………………………………………….» 116
3.5 (Segue) irrevocabilità del mandato nell’interesse del terzo e profili di
responsabilità……………………………………………………………………………….» 118
4 Irrilevanza verso i terzi delle vicende inerenti i rapporti fra mandante e
mandatario: l’inefficacia della revoca……………………………………………………..» 119
5 Il mandato in rem propriam e la morte del mandante…………………………….» 122
6 Effetti del mandato in rem propriam …………………………………………………..» 123
6.1 Precisazioni sull’inefficacia della revoca: effetti diversi da quelli
estintivi: risarcimento del danno e risoluzione……………………………………» 123
6.2 Ragioni giustificative della peculiare disciplina della revoca e della
non applicazione delle cause generali di estinzione del mandato, al
mandato in rem propriam……………………………………………………………….» 124
6.3 Efficacia della revoca: patto di deroga alla irrevocabilità e giusta causa » 125
7 Il fallimento e lo scioglimento del mandato in rem propriam…………………..» 127
7.1 Inquadramento del problema…………………………………………………….» 127
7.2 Cenni sul dibattito in corso in dottrina e giurisprudenza sugli effetti
estintivi del fallimento del mandante: opinione contraria…………………….» 128
7.3 Revocabilità del mandato a seguito della dichiarazione di fallimento..» 132
7.4 (Segue) Opinione favorevole al prodursi di effetti estintivi a seguito
della pronuncia di fallimento del mandante………………………………………» 134
CAPITOLO II
LA MEDIAZIONE…………………………………………………………………………..» 137
Fiammetta Caggiano e Chiara Laino
1 Gli elementi essenziali ed i requisiti della mediazione ……………………………» 137
1.1 La messa in relazione delle parti…………………………………………………» 137
1.2 La conclusione dell’affare………………………………………………………….» 138
1.3 L’indipendenza e l’imparzialità…………………………………………………..» 140
1.4 Il requisito della professionalità del mediatore………………………………» 141
2 La natura della mediazione……………………………………………………………….» 142
3 Gli obblighi del mediatore………………………………………………………………..» 144
3.1 L’obbligo di diligenza……………………………………………………………….» 144
3.2 L’obbligo di informazione…………………………………………………………» 144
3.3 L’obbligo di accertamento…………………………………………………………» 148
3.4 L’obbligo di riservatezza ……………………………………………………………» 150
3.5 Gli obblighi del mediatore professionale……………………………………..» 150
4 Obblighi dei soggetti intermediati……………………………………………………..» 151
5 Il diritto alla provvigione………………………………………………………………….» 152
5.1 I presupposti…………………………………………………………………………..» 152
5.1.1 La conclusione dell’affare………………………………………………….» 152
5.1.2 L’identità tra gli affari……………………………………………………….» 154
5.1.3 Il nesso di causalità…………………………………………………………..» 155
5.1.4 La consapevolezza delle parti……………………………………………..» 157
5.1.5 L’iscrizione del mediatore………………………………………………….» 157
5.2 L’obbligo di corrispondere la provvigione e la prescrizione……………..» 159
5.3 Il contratto sottoposto a condizione o invalido …………………………….» 159
5.4 La misura della provvigione………………………………………………………» 162
5.5 Il rimborso delle spese………………………………………………………………» 163
6 Responsabilità del mediatore…………………………………………………………….» 163
CAPITOLO III
IL CONTRATTO DI AGENZIA ………………………………………………………» 165
Roberta Errico e Chiara Fiorentino
1 Premessa………………………………………………………………………………………..» 165
2 Le fonti normative…………………………………………………………………………..» 166
3 Il contratto di agenzia: i soggetti………………………………………………………..» 167
4 L’oggetto del contratto ed i requisiti tipici …………………………………………..» 170
4.1 L’attività promozionale …………………………………………………………….» 171
4.2 Le prestazioni accessorie……………………………………………………………» 173
4.3 La zona determinata ………………………………………………………………..» 174
4.4 Lo jus variandi………………………………………………………………………..» 176
5 Il diritto di esclusiva ………………………………………………………………………..» 177
5.1 Sulla violazione dell’obbligo di esclusiva………………………………………» 179
6 La forma del contratto……………………………………………………………………..» 181
7 La riscossione dei crediti…………………………………………………………………..» 182
8 I poteri di rappresentanza dell’agente ex lege ………………………………………..» 185
8.1 La rappresentanza volontaria……………………………………………………..» 187
9 Gli obblighi dell’agente ……………………………………………………………………» 189
10 Lo star del credere…………………………………………………………………………..» 193
11 La provvigione………………………………………………………………………………» 196
11.1 La provvigione indiretta………………………………………………………….» 202
11.2 La provvigione successiva………………………………………………………..» 205
12 Gli obblighi del proponente……………………………………………………………» 206
13 L’indennità in caso di cessazione del rapporto…………………………………….» 208
14 La durata del contratto…………………………………………………………………..» 211
14.1 Il recesso………………………………………………………………………………» 212
15 La risoluzione del contratto …………………………………………………………….» 215
16 Il patto di non concorrenza …………………………………………………………….» 217
17 Vicende particolari: la cessione del contratto di agenzia e il trasferimento
di azienda …………………………………………………………………………………………» 218
17.1 Il fallimento e la nuova liquidazione giudiziale……………………………» 221
18 La competenza funzionale del giudice del lavoro ………………………………..» 224
18.1 La competenza nel caso in cui l’agente svolga la propria attività in
forma societaria o imprenditoriale……………………………………………………» 226
19 Le principali questioni di diritto internazionale………………………………….» 229
19.1 La volontà delle parti ……………………………………………………………..» 229
19.2 I criteri suppletivi ………………………………………………………………….» 233
19.3 Sulla giurisdizione………………………………………………………………….» 234
CAPITOLO IV
IL CONTRATTO DI COMMISSIONE…………………………………………….» 237
Anna Maria Rosaria Carbone
1 Nozione e caratteristiche del contratto di commissione …………………………» 237
1.1 Oggetto e forma del contratto……………………………………………………» 240
1.2 Disciplina applicabile……………………………………………………………….» 241
2 Il commissionario……………………………………………………………………………» 242
3 Rapporti tra committente e commissario…………………………………………….» 244
4. Gli effetti traslativi della commissione……………………………………………….» 250
5 Rapporti tra committente e terzi ……………………………………………………….» 254
6 Le operazioni a fido…………………………………………………………………………» 256
7 La provvigione………………………………………………………………………………..» 258
8 L’entrata del commissionario nel rapporto…………………………………………..» 260
9 Star del credere……………………………………………………………………………….» 263
9.1 Differenza rispetto alla fideiussione…………………………………………….» 266
10 Altre pattuizioni contrattuali …………………………………………………………..» 268
11 Distinzione da altre figure contrattuali………………………………………………» 269
11.1 Commissione e contratto di agenzia …………………………………………» 270
11.2 Commissione e contratto di procacciamento di affari ………………….» 273
11.3 Commissione e contratto estimatorio ……………………………………….» 274
11.4 Commissione e concessione di vendita………………………………………» 276
11.5 Commissione e compravendita ………………………………………………..» 278
11.6 Commissione e contratto di mediazione……………………………………» 279
11.7 Commissione e contratto di deposito………………………………………..» 282
12 Durata del contratto………………………………………………………………………» 283
12.1 Revoca della commissione……………………………………………………….» 284
12.2 Scioglimento anticipato del contratto ……………………………………….» 287
12.3 Liquidazione giudiziale del committente e del commissionario ……..» 289
CAPITOLO V
IL CONTRATTO DI CONCESSIONE DI VENDITA……………………….» 293
Samantha Caminiti
1 Profili generali ………………………………………………………………………………..» 293
2 Inquadramento giuridico………………………………………………………………….» 295
2.1 Concessione di vendita e somministrazione …………………………………» 295
2.2 Concessione di vendita e agenzia ……………………………………………….» 297
2.3 Concessione di vendita e franchising……………………………………………» 298
2.4 Teoria del contratto misto…………………………………………………………» 299
2.5 La qualificazione della concessione di vendita quale contratto atipico,
avente natura di contratto quadro o normativo………………………………….» 301
3 Le obbligazioni del concedente………………………………………………………….» 302
4 Le obbligazioni del concessionario. L’obbligo di promozione………………….» 304
5 Le obbligazioni del concessionario. Gli obblighi minimi di acquisto e di
vendita …………………………………………………………………………………………….» 307
6 Il patto di esclusiva ………………………………………………………………………….» 308
7 Obbligo di non concorrenza post contrattuale……………………………………..» 311
8 Durata del contratto e recesso……………………………………………………………» 313
9 Concessione di vendita e violazione della normativa antitrust…………………» 316
10 Restrizioni verticali e vendite online…………………………………………………» 322
11 Concessione di vendita e abuso di dipendenza economica ……………………» 324
12 Concessione di vendita e controllo societario esterno o contrattuale………» 327
CAPITOLO VI
IL CONTRATTO DI FRANCHISING……………………………………………..» 331
Ludovica Cesaroni
1 Il franchising in generale …………………………………………………………………..» 331
2 Le origini del franchising…………………………………………………………………..» 332
3 La normativa europea………………………………………………………………………» 333
4 La normativa italiana……………………………………………………………………….» 335
5 Definizione e causa del contratto……………………………………………………….» 336
6 Parti del contratto: la qualifica di imprenditori e il requisito
dell’indipendenza ………………………………………………………………………………» 337
7 Contratto bilaterale e inserimento del franchisee in una rete commerciale..» 340
8 La durata del contratto…………………………………………………………………….» 340
9 Il recesso………………………………………………………………………………………..» 342
10 La risoluzione per inadempimento …………………………………………………..» 343
11 Il rinnovo …………………………………………………………………………………….» 344
12 Concessione dei diritti di proprietà industriale o intellettuale……………….» 344
13 Forma e contenuto del contratto ……………………………………………………..» 346
13.1 L’ammontare degli investimenti ……………………………………………….» 347
13.2 Le spese d’ingresso e le royalties ………………………………………………..» 347
13.3 Il Know how………………………………………………………………………….» 348
13.4 La formula commerciale…………………………………………………………» 350
13.5 L’assistenza tecnica e commerciale…………………………………………….» 351
13.6 L’esclusiva territoriale……………………………………………………………..» 351
13.7 La cessione del contratto…………………………………………………………» 352
14 Obblighi delle parti prima della conclusione del contratto……………………» 352
14.1 Violazione degli obblighi di informazione e annullamento del
contratto……………………………………………………………………………………..» 357
15 Obblighi dell’affiliato: l’obbligo di non trasferire la sede e l’obbligo di
riservatezza ……………………………………………………………………………………….» 358
16 Forme particolari di franchising………………………………………………………..» 359
16.1 Il master franchising……………………………………………………………….» 359
16.2 Il corner franchising………………………………………………………………..» 361
16.3 Il Pilotage o Pre franchising………………………………………………………» 361
17 Rapporti con altre figure contrattuali………………………………………………..» 361
CAPITOLO VII
IL CONTRATTO ESTIMATORIO…………………………………………………..» 363
Giorgio Pierantoni
1 Definizione e funzione del contratto estimatorio ………………………………….» 363
2 La causa…………………………………………………………………………………………» 365
3 L’oggetto ……………………………………………………………………………………….» 366
4 I soggetti ……………………………………………………………………………………….» 368
5 La forma………………………………………………………………………………………..» 369
6 La realità del contratto estimatorio …………………………………………………….» 369
6.1 Il contratto preliminare…………………………………………………………….» 370
7 Il trasferimento della proprietà dei beni oggetto del contratto tra tradens e
accipiens……………………………………………………………………………………………» 371
7.1 Il trasferimento della proprietà dei beni oggetto del contratto a terzi..» 373
8 Il potere di disporre della cosa da parte dell’accipiens …………………………….» 374
9 L’obbligazione di pagare il prezzo in capo dell’accipiens………………………….» 375
9.1 La stima del prezzo ………………………………………………………………….» 376
10 La facoltà di restituzione dei beni …………………………………………………….» 378
10.1 Il luogo della restituzione………………………………………………………..» 379
10.2 Il termine di restituzione della res……………………………………………..» 380
10.3 Le spese di restituzione e l’obbligo di rendiconto ………………………..» 381
10.4 Impossibilità di restituzione…………………………………………………….» 381
10.5 Mancata restituzione e configurabilità del reato di appropriazione
indebita ………………………………………………………………………………………» 382
11 La tutela del tradens e dei suoi creditori …………………………………………….» 383
11.1 La tutela dell’accipiens e dei suoi creditori ………………………………….» 385
11.2 I vizi della res ………………………………………………………………………..» 385
12 Estinzione del contratto e morte della parte……………………………………….» 386
13 Fallimento (ovvero, liquidazione giudiziale) del tradens e dell’accipiens……» 387
14 Aspetti fiscali………………………………………………………………………………..» 388
15 La distinzione del contratto estimatorio da altre figure contrattuali………..» 389
15.1 il contratto di deposito …………………………………………………………..» 389
15.2 Il contratto di agenzia …………………………………………………………….» 391
15.3 Il contratto di vendita …………………………………………………………….» 391
15.4 Il contratto di mandato…………………………………………………………..» 392
15.5 Il contratto di commissione (o mandato a vendere) …………………….» 392
15.6 Il contratto di somministrazione………………………………………………» 393
15.7 Il contratto di consignment stock ……………………………………………….» 393
CAPITOLO VIII
IL PROCACCIAMENTO D’AFFARI ………………………………………………..» 397
Angela Sepe
1 Caratteri generali del contratto di procacciamento d’affari……………………..» 397
2 La natura giuridica del negozio e le questioni di carattere processuale legate
al contratto di procacciamento d’affari…………………………………………………..» 399
3 Il procacciamento di affari nella dottrina e nella giurisprudenza………………» 401
4 Similitudini e differenze tra il contratto di procacciamento di affari ed altre
forme contrattuali ……………………………………………………………………………..» 403
4.1 Il procacciamento d’affari ed il contratto di agenzia ………………………» 403
4.2 Il procacciamento d’affari ed il contratto di mediazione…………………» 406
5 Risvolti pratici ed applicativi della figura del procacciatore di affari …………» 409
CAPITOLO IX
IL CONTRATTO DI AGENZIA PUBBLICITARIA …………………………..» 411
Francesca Paola Rinaldi
1 Il contratto di agenzia pubblicitaria. Profili generali………………………………» 411
2 L’attività delle agenzie pubblicitarie. Le fasi in cui è suddiviso il rapporto …» 412
2.1 La fase precontrattuale……………………………………………………………..» 413
3 La qualificazione giuridica del contratto di agenzia pubblicitaria …………….» 414
4 L’obbligazione dell’agenzia pubblicitaria e la sua natura …………………………» 416
5 L’obbligazione dell’utente…………………………………………………………………» 416
CAPITOLO X
I DATA BROKER…………………………………………………………………………….» 419
Ludovica Cesaroni
1 Premessa………………………………………………………………………………………..» 419
2 Finalità del data brokering…………………………………………………………………» 420
3 Il servizio offerto e l’incidenza sul tipo contrattuale………………………………» 422
4 Problematiche attuali……………………………………………………………………….» 422
5 Prospettive di intervento…………………………………………………………………..» 424
CAPITOLO XI
IL CONTRATTO DI CONSIGNMENT STOCK………………………………..» 427
Giorgio Pierantoni
1 La definizione del contratto di consignment stock…………………………………..» 427
2 Le finalità pratiche…………………………………………………………………………..» 428
3 Gli elementi del contratto ………………………………………………………………..» 429
4 La classificazione del contratto ed il contratto preliminare di consignement stock » 430
5 L’effetto traslativo ……………………………………………………………………………» 432
6 La restituzione dei beni ……………………………………………………………………» 432
7 Mancata restituzione e configurabilità del reato di appropriazione indebita » 434
8 Il passaggio dei rischi……………………………………………………………………….» 435
9 Le affinità con il contratto estimatorio………………………………………………..» 437
CAPITOLO XII
I CONTRATTI DI INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA………………..» 439
Vincenzo Orsini
1 Brevi cenni sulla disciplina dei servizi e delle attività di investimento……….» 439
2 Inquadramento giuridico dei contratti di intermediazione finanziaria………» 445
3. Analisi delle regole contrattuali…………………………………………………………» 451
4 I contratti derivati …………………………………………………………………………..» 456
5 Tutele civilistiche: la nullità relativa ……………………………………………………» 458
6 (Segue) il neoformalismo negoziale …………………………………………………….» 462
7 (Segue) la violazione delle regole di contenuto………………………………………» 466
8 (Segue) l’inversione dell’onere della prova…………………………………………….» 469
9 La distinzione tra regole di comportamento e regole di validità ………………» 473
10 La giurisprudenza in materia di nullità selettiva………………………………….» 479
CAPITOLO XIII
IL “BROKERAGGIO ASSICURATIVO”……………………………………………» 485
Andrea Visco
1 Genesi ed evoluzione della figura del broker…………………………………………» 485
2 Qualificazione giuridica del contratto di brokeraggio assicurativo……………» 487
3 Disciplina del contratto di brokeraggio……………………………………………….» 491
4 Il broker e la Pubblica Amministrazione………………………………………………» 493
CAPITOLO XIV
IL MEDIATORE CREDITIZIO ……………………………………………………….» 495
Andrea Visco
1 Evoluzione normativa………………………………………………………………………» 495
2 Qualificazione giuridica e disciplina del contratto di mediazione creditizia .» 499

74,10

74,10

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

CONTATTI

Tel.: 06 39741182

email medichini@medichini.it

Indirizzo: Piazzale Clodio 26 ABC

00195 Roma

Orari libreria:

lun-ven 9:00-19:00

sab 9:30-13:30

Dove siamo

© 2019 Copyright Medichini Clodio.

Web Design by Khamilla.com

Vi auguriamo Buone Ferie!

Medichini sarà in ferie dal 7 al 28 agosto.

Lunedì 29 reinizieranno regolarmente le spedizioni.

E ancora grazie di continuare a preferirci.

five birds flying on the sea