Il tuo carrello

In offerta!

IL DIFENSORE D'UFFICIO

Informazioni aggiuntive

IN SINTESI

EDITORE : GIUFFRE’ FRANCIS LEFEBVRE

AUTORE : SERNESI, CAPANNA

ANNO : 2020/11

PAG. : 126

18,00 17,10

APPROFONDISCI

Introduzione pag. 7
Parte prima
LA DIFESA D’UFFICIO, ASPETTI
ORDINAMENTALI E DOVERI
DEONTOLOGICI pag. 7
1. L’obbligo della difesa
tecnica: la previsione normativa del difensore d’ufficio pag. 7
1.1. La recente riforma della
disciplina del difensore
d’ufficio pag. 8
2. La nomina del difensore
d’ufficio pag. 8
3. L’elenco unico nazionale dei
difensori d’ufficio pag. 8
3.1. I requisiti per l’iscrizione
nell’elenco dei difensori
d’ufficio pag. 9
3.1.1. Corso di formazione e
aggiornamento
professionale pag. 9
3.2. Il conseguimento del
titolo di specialista pag. 10
3.3. Domanda di inserimento
nell’elenco nazionale pag. 11
3.4. Tenuta e aggiornamento
dell’elenco unico nazionale pag. 11
3.5. Rigetto dell’istanza per
l’inserimento o la
permanenza nell’elenco unico
nazionale pag. 12
4. La permanenza nell’elenco
unico nazionale pag. 12
4.1. Requisiti per la
permanenza nell’elenco unico
nazionale pag. 12
4.2. Presentazione della
domanda di permanenza pag. 13
5. Le liste dei difensori d’ufficio
tenute dai Consigli dell’Ordine
degli Avvocati pag. 13
6. Sospensione e cancellazione
dall’elenco unico nazionale pag. 14
6.1. Casi di sospensione pag. 14
6.2. Cancellazione dall’elenco
nazionale dei difensori
d’ufficio pag. 14
6.3. Sospensione e cancellazione dalle liste tenute e
gestite dal singolo Consiglio
dell’Ordine degli Avvocati pag. 15
7. Elenco avvocati disponibili
ad assumere le difese dinanzi
alla Suprema Corte di
Cassazione pag. 15
7.1. Requisiti per l’iscrizione
nell’elenco dinanzi alla
Suprema Corte di Cassazione pag. 15
7.2. Requisiti per la
permanenza nell’elenco unico
dei difensori d’ufficio dinanzi
alla Suprema Corte di
Cassazione pag. 16
8. Difensori d’ufficio per il
processo minorile pag. 16
9. Criteri e modalità per la
nomina del difensore d’ufficio pag. 16
9.1. Modalità di scelta del
difensore di ufficio pag. 17
10. Doveri del difensore
d’ufficio pag. 18
10.1. Doveri di lealtà,
diligenza, competenza,
puntualità pag. 18
Sommario
3
10.2. Dovere di difesa pag. 19
10.3. Dovere di informazione pag. 19
10.4. Adempimento
dell’incarico pag. 19
11. Il compenso dell’avvocato pag. 20
11.1. Modalità di liquidazione
degli onorari pag. 21
Parte seconda
IL DIFENSORE D’UFFICIO
E IL PROCEDIMENTO PENALE pag. 21
1. Il difensore d’ufficio nelle
indagini preliminari pag. 21
1.1. Gli atti partecipati, ovvero
gli atti per cui è prescritto il
preavviso pag. 22
1.1.1. Atti partecipati ad
iniziativa della Polizia
Giudiziaria pag. 22
1.1.2. Atti partecipati ad iniziativa del Pubblico Ministero (anche se delegati alla
Polizia Giudiziaria) pag. 22
1.2. Gli atti garantiti, ovvero
gli atti a sorpresa per cui non
c’è preavviso pag. 25
1.2.1. Gli atti garantiti ad
iniziativa della Polizia
Giudiziaria pag. 25
1.2.2. Gli atti garantiti ad
iniziativa del Pubblico
Ministero (anche se delegati
alla Polizia Giudiziaria per
l’esecuzione) pag. 26
1.3. L’incidente probatorio pag. 26
1.4. L’informazione di
garanzia, l’informazione sul
diritto di difesa e l’avviso di
conclusione delle indagini
preliminari pag. 28
2. Il difensore d’ufficio e le
investigazioni difensive pag. 29
2.1. Il colloquio, l’intervista
difensiva e la ricezione di
dichiarazioni ex artt. 391-bis
e ter c.p.p. pag. 30
2.2. Richiesta di
documentazione alla P.A. ex
art. 391-quater c.p.p. pag. 30
2.3. Accesso ai luoghi ex art.
391-sexies c.p.p. pag. 31
2.4. Accertamenti non
ripetibili ex art. 391-decies
c.p.p. pag. 31
2.5. Il fascicolo delle indagini
difensive pag. 31
3. Il difensore d’ufficio e la fase
pre-cautelare pag. 33
3.1. Le misure pre-cautelari:
definizione e funzione pag. 33
3.2. Arresto in flagranza pag. 33
3.3. Fermo di indiziato di
delitto pag. 34
3.4. Allontanamento
d’urgenza dalla casa familiare
e divieto di avvicinarsi ai
luoghi frequentati
abitualmente dalla persona
offesa ex art. 384-bis c.p.p. pag. 34
3.5. La convalida delle misure
pre-cautelari pag. 34
4. Il difensore d’ufficio e la fase
cautelare pag. 37
Sommario
4
4.1. Le misure cautelari pag. 37
4.2. Le misure cautelari
personali pag. 37
4.2.1. Le misure interdittive pag. 37
4.2.2. Le misure coercitive
non custodiali pag. 37
4.2.3. Le misure coercitive
custodiali pag. 38
4.3. Presupposti applicativi pag. 38
4.4. (Segue) I criteri di scelta pag. 40
4.5. (Segue) Il procedimento
applicativo pag. 41
4.6. (Segue) Le impugnazioni pag. 43
4.6.1. Il riesame pag. 43
4.6.2. L’appello pag. 43
4.6.3. Il ricorso ordinario per
Cassazione pag. 44
4.6.4. Il ricorso diretto per
Cassazione pag. 44
4.7. Le vicende delle misure
cautelari pag. 44
4.8. Le misure cautelari reali pag. 45
4.8.1. Il Sequestro
conservativo pag. 45
4.8.2. Il Sequestro
preventivo pag. 46
4.9. (Segue) Le impugnazioni pag. 46
4.9.1. Il riesame pag. 47
4.9.2. L’appello pag. 47
4.9.3. Il ricorso per
Cassazione pag. 48
5. Il difensore d’ufficio nel
processo pag. 49
5.1. L’esercizio dell’azione
penale pag. 49
5.2. Le questioni preliminari pag. 49
5.2.1. L’incompetenza per
materia pag. 49
5.2.2. L’incompetenza per
territorio pag. 50
5.2.3. L’inosservanza delle
disposizioni sulla
composizione del Tribunale pag. 51
5.2.4. Questioni inerenti le
garanzie difensive nel corso
delle indagini pag. 51
5.2.5. Questioni concernenti
la vocatio in ius pag. 52
5.2.6. Questioni concernenti
il contenuto del fascicolo del
dibattimento pag. 53
5.3. Le richieste di ammissione
delle prove pag. 54
5.4. Le nuove contestazioni e
la modifica dell’imputazione pag. 55
5.5. La modifica della
composizione del giudice pag. 56
5.6. L’istruttoria
dibattimentale pag. 57
5.7. La discussione finale pag. 59
5.8. Il giudizio direttissimo pag. 59
5.9. Il giudizio immediato pag. 61
5.10. Il decreto penale di
condanna pag. 62
5.11. La citazione diretta a
giudizio pag. 63
Sommario
5
5.12. Il procedimento
davanti al Giudice di Pace pag. 63
6. Il difensore d’ufficio ed i riti
premiali, l’estinzione del reato
e la non punibilità per
particolare tenuità del fatto pag. 68
6.1. Il rito abbreviato pag. 68
6.1.1. Profili generali pag. 68
6.1.2. Soggetti legittimati e
termini pag. 68
6.1.3. Giudizio abbreviato
“non condizionato” pag. 68
6.1.4. Giudizio abbreviato
“condizionato” pag. 68
6.1.5. Investigazioni
difensive e giudizio
abbreviato pag. 69
6.1.6. Le vicende del giudizio
abbreviato a seguito di
nuove contestazioni pag. 69
6.1.7. Le modifiche
introdotte con la l. n.
33/2019 pag. 70
6.1.8. La parte civile e le altre
parti private nel giudizio
abbreviato pag. 70
6.1.9. Le impugnazioni pag. 70
6.2. L’applicazione della pena
su richiesta delle parti pag. 71
6.3. La messa alla prova pag. 73
6.4. L’oblazione pag. 75
6.5. L’estinzione del reato per
condotte riparatorie pag. 76
6.6. L’esclusione della
punibilità per particolare
tenuità del fatto pag. 76
Parte terza
CASISTICA: LE FATTISPECIE PIÙ
RICORRENTI pag. 81

18,00 17,10

18,00 17,10

© 2019 Copyright Medichini Clodio.

Web Design by Khamilla.com