Il tuo carrello

In offerta!

IL NUOVO PROCESSO DAVANTI ALLA CORTE DEI CONTI

Informazioni aggiuntive

IN SINTESI

Tempi di spedizione 2/3 giorni lavoraitivi

AUTORE: Angelo Canale Federico Freni Marco Smiroldo

EDITORE: GIUFFRE’

ANNO DI PUBBLICAZIONE. 01/2021

130,00 123,50

APPROFONDISCI

INDICE:

Introduzione. Un nuovo processo contabile ………………………………………………………. XXV Gli Autori ………………………………………………………………………………………………………….. XXXV PARTE PRIMA
LA CORTE DEI CONTI E LA SUA GIURISDIZIONE
Capitolo Primo
LA CORTE DEI CONTI: L’ORGANIZZAZIONE E I GIUDICI
di Francesco Vetrò
1. L’organizzazione ………………………………………………………………………………………. 3
1.1. Le Sezioni giurisdizionali regionali ………………………………………………….. 5
1.2. Le Sezioni giurisdizionali centrali d’appello ……………………………………. 10
1.3. Le Sezioni riunite e le Sezioni riunite in speciale composizione ……… 10
2. I giudici della Corte dei conti …………………………………………………………………… 14
2.1. L’ordinamento della magistratura contabile: le funzioni e l’accesso .. 14
2.2. Il Consiglio di Presidenza ……………………………………………………………….. 16
Capitolo Secondo
LA GIURISDIZIONE DELLA CORTE DEI CONTI
di Francesco Vetrò
1. La Corte dei conti nell’ordinamento costituzionale ………………………………….. 19
2. La funzione di controllo dopo la Costituzione del 1948 …………………………… 25
3. La strumentalità delle verifiche nella direzione della finanza pubblica …….. 29
4. L’incidenza europea nel coordinamento della finanza pubblica: la tutela
degli equilibri di bilancio ………………………………………………………………………….. 30
5. Il quadro tratteggiato dalla Corte costituzionale ……………………………………….. 31
6. La giurisdizione contabile dopo la Costituzione………………………………………… 33
7. La nozione di “materie di contabilità pubblica”………………………………………… 35
8. La giurisdizione nella finanza pubblica allargata ……………………………………….. 37
9. I giudizi di responsabilità ad azione di parte …………………………………………….. 40
10. La conformazione della responsabilità amministrativo-contabile ………………. 41
11. La giurisdizione della Corte dei conti in materia di responsabilità amministrativo-contabile ………………………………………………………………………………… 45
12. La sottoposizione alla giurisdizione contabile di amministratori e dipendenti
di enti pubblici economici e di società a prevalente capitale pubblico………. 46
13. Il giudizio di accertamento della responsabilità gestionale degli amministratori di società partecipate favorita dal socio pubblico ……………………………….. 59
14. Il D.L. n. 76/2020 e il quadro economico degli Enti locali segnato dalla
Covid-19: modifiche alla responsabilità erariale e nuove prospettive di
controllo sulla gestione………………………………………………………………………………. 64
15. Il danno erariale indiretto: il rapporto fra il giudizio contabile ed il giudizio
civile ………………………………………………………………………………………………………….. 69
16. Il giudizio contabile e il suo nesso con il giudizio amministrativo……………… 70
PARTE SECONDA
STATICA DEL PROCESSO CONTABILE
Sezione I
I PRINCIPI GENERALI
Capitolo Primo
I PRINCIPI DEL GIUDIZIO IN MATERIA DI
RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA
di Antonella Manzione
1. Premessa ……………………………………………………………………………………………………. 77
2. L’ambito della giurisdizione contabile……………………………………………………….. 78
3. L’esclusività della giurisdizione: della nota diatriba sui rapporti tra giudizio
contabile e azione risarcitoria civilistica…………………………………………………….. 83
4. L’esclusività della giurisdizione nella giurisprudenza ………………………………… 85
5. La scelta del Codice ………………………………………………………………………………….. 85
6. Conclusioni………………………………………………………………………………………………… 93
Capitolo Secondo
IL GIUSTO PROCESSO
di Antonella Manzione
1. Inquadramento generale ……………………………………………………………………………. 97
2. Il giusto processo nel codice della giustizia contabile………………………………… 100
3. Le declinazioni del giusto processo nel codice…………………………………………… 103
4. Conclusioni………………………………………………………………………………………………… 108
Capitolo Terzo
I RAPPORTI TRA FUNZIONI GIURISDIZIONALI
E FUNZIONI DI CONTROLLO
di Fulvio Longavita e Salvatore Grasso
1. Premessa: i rapporti tra funzioni giurisdizionali e funzioni di controllo della
Corte dei conti fino all’entrata in vigore del nuovo codice di giustizia
contabile ……………………………………………………………………………………………………. 109
VI INDICE
2. Le disposizioni del nuovo codice contabile ……………………………………………….. 112
3. La compatibilità delle nuove regole con i valori costituzionali della contabilità pubblica ……………………………………………………………………………………………. 117
4. Valenza probatoria degli esiti dell’attività di controllo e dell’attività consultiva delle Sezioni di controllo della Corte dei conti…………………………………… 125
5. Regole probatorie e regole di giudizio nel codice di giustizia contabile ……. 127
6. Segue: ammissibilità dei mezzi di prova …………………………………………………….. 129
7. Segue: regole di valutazione giudiziale delle prove ……………………………………. 130
8. Le segnalazioni dei magistrati del controllo dei fatti dai quali possono
derivare responsabilità erariale, ex art. 52, comma 4, c.g.c………………………… 131
9. L’ammissione a visto degli atti sottoposti al controllo preventivo di legittimità, ex art. 17, comma 30-quater del d.l. n. 78/2009, convertito dalla l. n.
102/2009 e s.m.i………………………………………………………………………………………….. 137
10. I pareri espressi dalla Corte dei conti nell’esercizio della funzione consultiva, ex art. 95, comma 4, c.g.c…………………………………………………………………………… 142
11. Esercizio coordinato della funzione nomofilattica della Corte dei conti per il
controllo e la giurisdizione (rinvio)……………………………………………………………. 148
Sezione II
ORGANI DELLA GIURISDIZIONE, PARTI E DIFENSORI
Capitolo Quarto
LA COMPETENZA
di Gabriele Bottino
1. La competenza…………………………………………………………………………………………… 155
2. La competenza territoriale e funzionale ……………………………………………………. 155
3. Il rilievo della incompetenza ……………………………………………………………………… 162
Capitolo Quinto
ASTENSIONE E RICUSAZIONE DEL GIUDICE
di Gabriele Bottino
1. Astensione e ricusazione del giudice …………………………………………………………. 165
2. L’astensione ………………………………………………………………………………………………. 165
3. La ricusazione……………………………………………………………………………………………. 167
Capitolo Sesto
AUSILIARI DEL GIUDICE
di Gabriele Bottino
1. Premessa ……………………………………………………………………………………………………. 169
2. Il consulente tecnico………………………………………………………………………………….. 169
3. Il commissario ad acta……………………………………………………………………………….. 172
4. Il custode …………………………………………………………………………………………………… 173
INDICE VII
Capitolo Settimo
LE PARTI DEL GIUDIZIO E I DIFENSORI
di Gabriele Bottino
1. Premessa ……………………………………………………………………………………………………. 175
2. L’ufficio del pubblico ministero…………………………………………………………………. 175
3. Il patrocinio legale delle parti e la procura alle liti……………………………………. 176
4. I doveri delle parti …………………………………………………………………………………….. 178
Capitolo Ottavo
GLI ATTI DEL PROCESSO
di Marco Smiroldo
1. Gli atti ed i provvedimenti ………………………………………………………………………… 179
1.1. I principi di chiarezza e sinteticità: cenni …………………………………………. 180
1.2. Il principio di strumentalità delle forme…………………………………………… 181
2. La lingua del processo……………………………………………………………………………….. 183
2.1. La lingua del processo nella provincia autonoma di Bolzano…………… 183
3. Contenuto e sottoscrizione degli atti di parte ……………………………………………. 184
4. Il processo verbale ed, in particolare, il verbale d’udienza ……………………….. 186
5. I provvedimenti del giudice in generale ed il processo verbale dei provvedimenti collegiali ……………………………………………………………………………………….. 188
5.1. La sentenza………………………………………………………………………………………. 189
5.1.1. Segue: contenuti e motivazione…………………………………………….. 191
5.2. L’ordinanza………………………………………………………………………………………. 193
5.3. Il decreto: in particolare i decreti di composizione dei collegi ed il
principio del giudice naturale precostituito per legge ………………………. 194
Capitolo Nono
LE INVALIDITÀ
di Marco Smiroldo
1. Le invalidità documentali: nullità degli atti preprocessuali e processuali…… 199
2. La nullità degli atti preprocessuali: cenni, in particolare sulla nullità degli atti
istruttori del p.m………………………………………………………………………………………… 199
3. La nullità degli atti processuali………………………………………………………………….. 205
3.1. La rilevanza della nullità ………………………………………………………………….. 206
3.2. La rilevabilità e sanatoria delle nullità …………………………………………….. 208
3.2.1. La nullità degli atti introduttivi: nullità della citazione per
mancata corrispondenza tra invito e citazione ……………………… 212
3.2.2. La nullità degli atti intermedi……………………………………………….. 213
3.2.3. La nullità della sentenza ………………………………………………………. 214
Capitolo Decimo
I TEMPI DEL PROCESSO: TERMINI E PRECLUSIONI
di Marco Smiroldo
1. Termini e preclusioni…………………………………………………………………………………. 219
VIII INDICE
1.1. La rimessione in termini…………………………………………………………………… 221
2. Il computo dei termini ………………………………………………………………………………. 223
Capitolo Undicesimo
I MECCANISMI PARTECIPATIVI DEGLI ATTI PROCESSUALI:
COMUNICAZIONI E NOTIFICAZIONI
di Marco Smiroldo
1. I meccanismi partecipativi degli atti processuali………………………………………… 227
2. Le comunicazioni ………………………………………………………………………………………. 228
3. Le notificazioni: generalità ………………………………………………………………………… 229
3.1. Il principio della scissione degli effetti del perfezionamento ……………. 230
3.2. Gli effetti sananti della ripresa del procedimento notificatorio………… 232
3.3. Il soggetto che riceve la notifica dell’atto: la notifica a mani proprie . 233
3.4. Gli obblighi degli ufficiali giudiziari …………………………………………………. 235
3.5. Il luogo della notificazione e delle connesse questioni legate alla
identificazione corretta dei soggetti abilitati alla ricezione degli atti… 235
3.6. La notificazione a mezzo del servizio postale…………………………………… 238
3.7. Inesistenza e nullità della notificazione…………………………………………….. 239
3.7.1. La differenza tra le due fattispecie: analisi casistica……………… 241
Capitolo Dodicesimo
LE VICENDE ANORMALI DEL PROCESSO:
INCIDENTI, SOSPENSIONE, INTERRUZIONE ED ESTINZIONE
di Marco Smiroldo
1. Gli incidenti ………………………………………………………………………………………………. 245
1.1. Incidenti formali in udienza……………………………………………………………… 245
1.2. L’incidente di falso…………………………………………………………………………… 246
2. La sospensione…………………………………………………………………………………………… 247
2.1. La sospensione necessaria per pregiudizialità…………………………………… 248
2.2. La sospensione su concorde istanza delle parti………………………………… 251
2.3. La riassunzione o prosecuzione del processo sospeso………………………. 252
2.4. Gli effetti della sospensione……………………………………………………………… 253
3. L’interruzione ……………………………………………………………………………………………. 253
3.1. L’interruzione del processo in caso di parte costituita con procuratore…. 254
3.2. L’estinzione del processo in caso di intrasmissibilità agli eredi………… 256
3.3. Prosecuzione o riassunzione del processo interrotto ………………………… 257
4. L’estinzione……………………………………………………………………………………………….. 260
4.1. L’istituto dell’abbandono …………………………………………………………………. 261
4.2. La rinunzia agli atti del processo……………………………………………………… 261
4.3. Segue: la rinunzia all’azione……………………………………………………………… 262
4.4. Segue: la rinunzia agli atti del processo ……………………………………………. 263
INDICE IX
Capitolo Tredicesimo
LA CORREZIONE DEI PROVVEDIMMENTI
di Marco Smiroldo ……………………………………….. 265
Sezione III
IL PROCESSO TELEMATICO
Capitolo Quattordicesimo
LA GIUSTIZIA DIGITALE CONTABILE
di Massimiliano Minerva
1. Premessa: un (falso) problema di fonti ……………………………………………………… 273
2. Il quadro normativo di riferimento del processo digitale contabile. ………….. 279
3. Le “prime” regole tecniche ……………………………………………………………………….. 283
4. La notificazione telematica………………………………………………………………………… 289
5. Il deposito telematico………………………………………………………………………………… 297
6. Le regole tecniche emanate in occasione dell’emergenza da Covid-19: a)
l’udienza telematica; b) i provvedimenti giudiziari informatici; c) l’audizione
telematica del Pubblico Ministero contabile………………………………………………. 303
7. Prospettive evolutive. Verso la giustizia digitale contabile (il sistema GIU.
DI.CO)………………………………………………………………………………………………………. 310
PARTE TERZA
L’ISTRUTTORIA PREPROCESSUALE
Sezione I
L’ISTRUTTORIA
Capitolo Primo
LA DENUNCIA DI DANNO
di Michele Oricchio
1. L’ufficio del pubblico ministero contabile …………………………………………………. 323
2. La notizia di danno……………………………………………………………………………………. 325
2.1. La notizia di danno all’immagine …………………………………………………….. 329
3. I soggetti obbligati alla denuncia di danno………………………………………………… 333
4. Tempo, contenuto e forma della denuncia di danno …………………………………. 338
5. L’attività preliminare del Procuratore regionale ……………………………………….. 340
6. La doverosità degli accertamenti istruttori ………………………………………………… 343
7. Modi e tempi per l’esercizio dei poteri istruttori ………………………………………. 344
8. Le nullità istruttorie…………………………………………………………………………………… 346
Capitolo Secondo
L’ISTRUTTORIA
di Angelo Canale
1. Brevi note sulle attività istruttorie del pubblico ministero presso la Corte dei
conti…………………………………………………………………………………………………………… 349
X INDICE
1.1. Il d.lgs. n. 114 del 7 ottobre 2019, recante “disposizioni integrative e
correttive al decreto legislativo 26 agosto 2016, n. 174” …………………… 355
2. Le richieste istruttorie ……………………………………………………………………………….. 357
3. Deleghe istruttorie …………………………………………………………………………………….. 360
4. Riservatezza della fase istruttoria. Rinvio………………………………………………….. 362
5. Esibizione di documenti e sequestro documentale; reclamo avverso il provvedimento di sequestro; procedimento………………………………………………………. 363
6. Audizioni personali……………………………………………………………………………………. 365
7. Ispezioni ed accertamenti ………………………………………………………………………….. 367
8. Consulenze tecniche ………………………………………………………………………………….. 368
9. Procedimenti d’istruzione preventiva ………………………………………………………… 369
10. Nullità degli atti istruttori del pubblico ministero ……………………………………… 371
Capitolo Terzo
L’INVITO A DEDURRE
di Angelo Canale
1. Atti interruttivi della prescrizione……………………………………………………………… 375
1.1. Brevi note in tema di prescrizione……………………………………………………. 377
2. Invito a fornire deduzioni………………………………………………………………………….. 380
3. L’archiviazione ………………………………………………………………………………………….. 387
Capitolo Quarto
L’ATTIVITÀ DELLA PARTE PRIVATA
di Angelo Canale
1. Accesso al fascicolo istruttorio ………………………………………………………………….. 391
2. Deduzioni scritte e documentazione………………………………………………………….. 394
Capitolo Quinto
SEGRETO ISTRUTTORIO E RAPPORTI
TRA P.M. CONTABILE E P.M. PENALE
di Gianluca Albo …………………………………………. 397
Sezione II
LA TUTELA DEL CREDITO ERARIALE
Capitolo Sesto
LE AZIONI A TUTELA DEL CREDITO ERARIALE
di Alessandra Pomponio
1. Le azioni esercitabili dal pubblico ministero contabile a tutela del credito
erariale ………………………………………………………………………………………………………. 405
2. Le novità introdotte dall’art. 73 del decreto legislativo 28 agosto 2016 n. 174…. 410
INDICE XI
3. I mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale previsti dal codice
civile ………………………………………………………………………………………………………….. 412
4. Azione surrogatoria (art. 2900 c.c.)……………………………………………………………. 413
5. Azione revocatoria…………………………………………………………………………………….. 414
5.1. L’azione revocatoria in generale………………………………………………………. 417
5.2. I presupposti dell’azione revocatoria ……………………………………………….. 421
5.3. Casistica……………………………………………………………………………………………. 425
5.3.1. Obbligazioni solidali passive…………………………………………………. 425
5.3.2. Revocatoria del contratto preliminare………………………………….. 426
5.3.3. Vendita con riserva di proprietà…………………………………………… 427
5.3.4. Accordi di separazione consensuale……………………………………… 428
5.3.5. Revocatoria del fondo patrimoniale……………………………………… 429
5.3.6. Scissione societaria……………………………………………………………….. 430
6. Sequestro conservativo………………………………………………………………………………. 433
6.1. Fonte normative nel processo contabile …………………………………………… 435
6.2. Presupposti……………………………………………………………………………………….. 436
6.3. Rapporti con il sequestro penale ……………………………………………………… 438
6.4. Profili processuali……………………………………………………………………………… 439
6.4.1. Il sequestro conservativo ante causam ed in corso di causa….. 440
6.4.2. Sequestro conservativo in appello ………………………………………… 442
6.4.3. Reclamo ……………………………………………………………………………….. 444
6.5. Esecuzione del sequestro conservativo …………………………………………….. 448
6.6. Inefficacia del sequestro conservativo………………………………………………. 452
6.7. Cauzione o fideiussione in luogo del sequestro………………………………… 455
7. Problemi ancora aperti………………………………………………………………………………. 457
PARTE QUARTA
IL GIUDIZIO DI RESPONSABILITÀ
Sezione I
IL RITO ORDINARIO
Capitolo Primo
INTRODUZIONE DEL GIUDIZIO
di Arturo Iadecola
1. L’introduzione del giudizio ……………………………………………………………………….. 465
2. L’atto di citazione ……………………………………………………………………………………… 466
2.1. Il contenuto dell’atto ……………………………………………………………………….. 468
2.2. Il regime delle nullità……………………………………………………………………….. 475
2.2.1. Le nullità previste dall’art. 86 c.g.c. ……………………………………… 475
2.2.2. La nullità prevista dall’art. 87 c.g.c. ……………………………………… 481
2.2.3. L’inammissibilità dell’atto di citazione…………………………………. 484
3. La fissazione dell’udienza ………………………………………………………………………….. 488
4. La costituzione in giudizio del convenuto………………………………………………….. 491
XII INDICE
Capitolo Secondo
LA PLURALITÀ DI PARTI NEL PROCESSO:
LITISCONSORZIO, CHIAMATA IN CAUSA, INTERVENTO, SUCCESSIONE
di Marco Smiroldo
1. La pluralità di parti nel processo contabile ……………………………………………….. 495
2. Il litisconsorzio necessario: generalità………………………………………………………… 497
2.1. Il litisconsorzio necessario nel processo di responsabilità ………………… 500
2.1.1. Litisconsorzio e solidarietà …………………………………………………… 502
2.1.2. La valutazione virtuale del contributo causale alla determinazione del danno del soggetto non chiamato in giudizio………… 503
3. Gli interventi: generalità ……………………………………………………………………………. 504
3.1. Gli interventi nel giudizio contabile ed in particolare in quello di
responsabilità……………………………………………………………………………………. 506
3.2. Il divieto di intervento su ordine del giudice……………………………………. 507
3.2. Segue: il rilievo dei fatti nuovi………………………………………………………….. 508
3.3. L’intervento adesivo dipendente nel giudizio di responsabilità………… 509
3.3.1. Intervento del garante e chiamata in garanzia ……………………… 510
4. La successione delle parti nel processo……………………………………………………… 511
4.1. La successione a titolo universale…………………………………………………….. 512
4.2. La successione a titolo particolare nel diritto controverso……………….. 512
Capitolo Terzo
LA TRATTAZIONE
di Marco Smiroldo
1. La trattazione: l’udienza di discussione……………………………………………………… 515
1.1. La fase preparatoria …………………………………………………………………………. 517
1.1.1. In particolare, la contumacia del convenuto…………………………. 519
1.2. L’ammissione e l’assunzione dei mezzi di prova………………………………. 523
1.2.1. Il giudizio di ammissibilità e rilevanza del mezzo di prova…… 524
1.2.2. Le modalità di assunzione dei mezzi di prova………………………. 525
1.2.3. L’attività istruttoria del giudice delegato e la formazione del
calendario del processo ………………………………………………………… 526
2. L’udienza di discussione ……………………………………………………………………………. 528
2.1. Il contraddittorio e le questioni rilevate d’ufficio …………………………….. 528
Capitolo Quarto
LE PROVE
di Marco Smiroldo
1. Le fonti del libero convincimento del giudice contabile: principio dispositivo
e residui limiti del potere sindacatorio………………………………………………………. 531
1.1. L’interrogatorio non formale del convenuto ……………………………………. 534
1.2. La consulenza tecnica d’ufficio…………………………………………………………. 535
1.3. La prova testimoniale ………………………………………………………………………. 539
2. Prova libera e prova legale………………………………………………………………………… 543
INDICE XIII
3. Le regole probatorie: non contestazione e onere della prova……………………. 544
4. I fatti non soggetti a prova ed il principio di non contestazione ……………….. 545
5. I fatti soggetti a prova ed il principio dell’onere della prova…………………….. 547
6. Le regole di giudizio e la valutazione della prova……………………………………… 548
6.1. La corrispondenza tra chiesto e pronunciato……………………………………. 548
6.2. L’onere della prova………………………………………………………………………….. 549
6.3. La non contestazione da parte del convenuto costituito del fatto
allegato dall’attore……………………………………………………………………………. 551
6.4. La quantificazione del danno ed il contributo causale del non chiamato
in giudizio…………………………………………………………………………………………. 552
6.5. L’efficacia scusante o esimente dei pareri resi dalla Corte dei conti
nell’ambito della sua funzione consultiva: aspetti processuali ………….. 552
6.6. Il prudente apprezzamento delle prove ……………………………………………. 553
6.6.1. Elementi sintomatici del difettoso formarsi del libero
convincimento ………………………………………………………………………. 555
7. I criteri di valutazione delle prove e il giudizio…………………………………………. 557
Capitolo Quinto
FASE DECISORIA
di Marco Smiroldo
1. Decisione e deliberazione………………………………………………………………………….. 559
2. Le modalità di deliberazione: l’immutabilità del collegio ………………………….. 561
3. L’ordine di trattazione delle questioni e la decisione secondo il criterio della
ragione più liquida …………………………………………………………………………………….. 562
4. La corrispondenza tra chiesto e pronunciato …………………………………………….. 565
5. Il procedimento deliberativo: la formazione della decisione ed il verbale di
dissenso……………………………………………………………………………………………………… 567
Capitolo Sesto
LE SPESE NEL PROCESSO CONTABILE
di Marco Smiroldo
1. Le spese processuali ………………………………………………………………………………….. 571
1.1. Il pubblico ministero e la soccombenza nei giudizi di responsabilità, in
quelli in unico grado e nel giudizio abbreviato ………………………………… 575
1.2. Le spese in caso di esclusione definitiva della responsabilità
amministrativa ………………………………………………………………………………….. 579
2. La compensazione delle spese …………………………………………………………………… 581
3. Le spese in caso di estinzione per rinuncia agli atti…………………………………… 584
4. La responsabilità per abuso del processo ………………………………………………….. 584
XIV INDICE
Sezione II
I RITI SPECIALI
Capitolo Settimo
IL RITO ABBREVIATO
di Federico Freni …………………………………………. 591
Capitolo Ottavo
IL RITO MONITORIO
di Federico Freni …………………………………………. 603
Capitolo Nono
IL RITO RELATIVO A FATTISPECIE
DI RESPONSABILITÀ SANZIONATORIA PECUNIARIA
di Fulvio Longavita e Salvatore Grasso
1. Premessa ……………………………………………………………………………………………………. 607
2. Differenze tra responsabilità erariale risarcitoria e sanzionatoria ……………… 609
3. Segue: il problema del rito applicabile ………………………………………………………. 618
4. Il nuovo rito sulle fattispecie di responsabilità sanzionatorie pecuniarie.
Caratteristiche salienti. Possibili difficoltà attuative del principio di
concentrazione …………………………………………………………………………………………… 622
5. Segue: Possibili difficoltà attuative del principio di concentrazione nel nuovo
rito sulle fattispecie di responsabilità sanzionatorie pecuniarie …………………. 628
6. Il problema dell’applicazione della sanzione di nullità degli atti e dei contratti . 630
7. Segue: le sanzioni sullo status soggettivo, ovvero le c.d. “sanzioni politiche”. 641
8. Il giudizio di responsabilità sanzionatoria come forma di raccordo delle
funzioni di controllo e di giurisdizione………………………………………………………. 646
9. Primi casi applicativi del nuovo rito ………………………………………………………….. 656
Capitolo Decimo
RAPPORTI CON IL GIUDIZIO PENALE
di Arturo Iadecola
1. I rapporti con l’autorità giudiziaria ordinaria nella fase preprocessuale ……. 661
2. Alcune implicazioni processuali della diversa natura della responsabilità
amministrativo-contabile rispetto alla responsabilità penale ……………………… 664
3. Il problema della pregiudizialità del giudizio penale …………………………………. 666
4. Gli effetti delle sentenze del giudice penale sul giudizio di responsabilità
amministrativo-contabile……………………………………………………………………………. 669
4.1. La sentenza di condanna ………………………………………………………………….. 670
4.2. La sentenza di assoluzione……………………………………………………………….. 673
5. La costituzione di parte civile dell’amministrazione nel processo penale ….. 676
INDICE XV
Capitolo Undicesimo
RAPPORTI CON IL GIUDIZIO CIVILE
di Arturo Iadecola
1. Le ipotesi di pregiudizialità del processo civile …………………………………………. 681
2. I rapporti tra il giudizio contabile e il giudizio civile nei casi di danno c.d.
indiretto …………………………………………………………………………………………………….. 683
3. I rapporti con l’azione esercitata dall’amministrazione nei confronti del
danneggiante ……………………………………………………………………………………………… 687
Capitolo Dodicesimo
RAPPORTI CON IL GIUDIZIO AMMINISTRATIVO
di Arturo Iadecola
1. Il processo contabile e la valutazione della legittimità dell’atto amministrativo. 695
2. La sentenza del giudice amministrativo come elemento costitutivo della
fattispecie illecita……………………………………………………………………………………….. 699
3. I rapporti tra il giudizio contabile e il giudizio amministrativo sugli atti di
recupero…………………………………………………………………………………………………….. 700
4. La trasmissione alla magistratura contabile delle sentenze del giudice
amministrativo …………………………………………………………………………………………… 701
Capitolo Tredicesimo
RAPPORTI CON IL GIUDIZIO TRIBUTARIO
di Arturo Iadecola
1. Le interferenze tra il giudizio contabile e il giudizio tributario …………………. 703
2. L’utilizzabilità delle prove acquisite nel corso delle indagini tributarie …….. 706
Capitolo Quattordicesimo
RAPPORTI CON IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE
di Arturo Iadecola
1. I rapporti tra la responsabilità amministrativo-contabile e il procedimento
disciplinare in generale………………………………………………………………………………. 707
2. Gli illeciti disciplinari punibili con il licenziamento …………………………………… 708
PARTE QUINTA
I GIUDIZI INNANZI LE SEZIONI RIUNITE
Capitolo Primo
QUESTIONI DI MASSIMA E DI PARTICOLARE IMPORTANZA
di Luisa de Petris
1. Le Sezioni riunite in sede giurisdizionale: composizione ordinaria e composizione speciale ………………………………………………………………………………………….. 713
XVI INDICE
2. La nomofilachia: definizione e fondamento……………………………………………….. 716
2.1. Soggetti titolari ……………………………………………………………………………….. 721
2.2. Nomofilachia contabile: excursus storico …………………………………………. 725
3. L’accesso alle Sezioni riunite in composizione ordinaria: legittimazione
soggettiva e presupposti oggettivi …………………………………………………………….. 731
4. Svolgimento del giudizio dinanzi le Sezioni riunite ………………………………….. 738
5. Vincolo conformativo e rimessione del giudizio per motivato dissenso ……. 741
Capitolo Secondo
REGOLAMENTI DI COMPETENZA
di Luisa de Petris
1. Le tipologie di impugnativa: premessa ……………………………………………………… 749
2. Il regolamento per conflitto di competenza territoriale……………………………… 751
3. Il regolamento avverso ordinanze di sospensione del processo …………………. 754
Capitolo Terzo
GIUDIZI IN UNICO GRADO
di Luisa de Petris
1. Le tipologie di giudizi dinanzi alle Sezioni riunite in speciale composizione:
premessa ……………………………………………………………………………………………………. 763
1.1. Giudizi in materia di piani di riequilibrio degli enti territoriali e
ammissione al Fondo di rotazione per assicurare la stabilità finanziaria
degli enti locali ………………………………………………………………………………… 767
1.2. Giudizi in materia di ricognizione delle amministrazioni pubbliche
operata dall’Istat …………………………………………………………………………….. 772
1.3. Giudizi in materia di certificazione dei costi dell’accordo di lavoro
presso le fondazioni lirico-sinfoniche ………………………………………………. 780
1.4. Giudizi in materia di rendiconti dei gruppi consiliari dei consigli
regionali ………………………………………………………………………………………….. 781
1.5. Giudizi nelle materie di contabilità pubblica, nel caso di impugnazioni
conseguenti alle deliberazioni delle sezioni regionali di controllo …… 785
1.6. Giudizi nelle materie ulteriori attribuite dalla legge alla Corte dei
conti ………………………………………………………………………………………………… 787
2. Problematiche affrontate dalle Sezioni riunite in speciale composizione
prima del varo del codice di giustizia contabile: a) le interazioni con altre
giurisdizioni; b) i rapporti con il giudizio di conto; c) i profili oggetto di
sindacato da parte della Corte costituzionale…………………………………………….. 788
3. I giudizi di parificazione…………………………………………………………………………….. 793
4. La fase introduttiva del giudizio………………………………………………………………… 796
5. Parti del giudizio e relativi poteri, facoltà e adempimenti…………………………. 797
6. La tutela cautelare …………………………………………………………………………………….. 804
7. La fase decisionale…………………………………………………………………………………….. 805
INDICE XVII
PARTE SESTA
I GIUDIZI DI CONTO
Capitolo Primo
CENNI GENERALI
di Gerardo De Marco
1. Premessa ……………………………………………………………………………………………………. 809
2. Cenni storici………………………………………………………………………………………………. 811
3. Il rendimento dei conti nel diritto privato…………………………………………………. 813
4. Le ragioni del giudizio sui conti ………………………………………………………………… 818
5. Il giudizio di conto come forma di controllo……………………………………………… 822
6. Il codice della giustizia contabile……………………………………………………………….. 830
7. La disciplina transitoria e le abrogazioni …………………………………………………… 834
Capitolo Secondo
L’AMBITO DEL GIUDIZIO DI CONTO
di Gerardo De Marco
1. Il perimetro delle amministrazioni interessate …………………………………………… 839
2. Le deroghe: gli “organi sovrani” della Repubblica ed altre fattispecie ………. 844
3. La nozione di “amministrazione pubblica”………………………………………………… 848
4. La nozione di agente contabile………………………………………………………………….. 852
5. Rassegna giurisprudenziale di fattispecie…………………………………………………… 858
6. Le tipologie di agente contabile ………………………………………………………………… 863
Capitolo Terzo
L’INTRODUZIONE DEL GIUDIZIO
di Gerardo De Marco
1. L’anagrafe degli agenti contabili ……………………………………………………………….. 879
2. Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione…………………………….. 882
3. La ricognizione annuale …………………………………………………………………………….. 883
4. La presentazione del conto ……………………………………………………………………….. 886
5. Forma e contenuto del conto…………………………………………………………………….. 887
6. La “parificazione” ……………………………………………………………………………………… 895
7. Il deposito del conto………………………………………………………………………………….. 898
8. La documentazione giustificativa……………………………………………………………….. 900
9. Il responsabile del procedimento ………………………………………………………………. 902
Capitolo Quarto
IL GIUDIZIO PER RESA DI CONTO
di Gerardo De Marco
1. La resa di conto…………………………………………………………………………………………. 905
2. La prescrizione della resa di conto ……………………………………………………………. 908
3. Profili sanzionatori …………………………………………………………………………………….. 909
4. L’opposizione…………………………………………………………………………………………….. 912
XVIII INDICE
Capitolo Quinto
IL GIUDIZIO SUL CONTO
di Gerardo De Marco
1. La pianificazione annuale ………………………………………………………………………….. 917
2. L’esame del conto……………………………………………………………………………………… 918
3. La relazione ………………………………………………………………………………………………. 923
4. Il discarico …………………………………………………………………………………………………. 926
5. Iscrizione a ruolo d’udienza ………………………………………………………………………. 927
6. Udienza di discussione ………………………………………………………………………………. 933
7. Il ruolo del pubblico ministero ………………………………………………………………….. 936
8. La decisione ………………………………………………………………………………………………. 939
9. L’estinzione……………………………………………………………………………………………….. 945
PARTE SETTIMA
IL GIUDIZIO PENSIONISTICO
Capitolo Primo
GENERALITÀ E FASE INTRODUTTIVA
di Chiara Bersani e Eleonora Lener
1. La Corte dei conti il quadro normativo processuale di riferimento…………… 953
2. Il ricorso — aspetti sostanziali e processuali……………………………………………… 956
2.1. La giurisdizione del giudice delle pensioni: i limiti del petitum
sostanziale ………………………………………………………………………………………… 956
2.2. Motivi di ricorso e vizi di legittimità dell’atto impugnato ………………… 963
2.3. I casi di inammissibilità del ricorso — il contenuto del ricorso e le
condizioni per la sua proposizione……………………………………………………. 966
2.3.1. Il contenuto minimo del ricorso……………………………………………. 967
2.3.2. Le condizioni di ammissibilità del ricorso…………………………….. 968
3. Le preclusioni introdotte dal codice a carico del ricorrente………………………. 971
3.1. Atti e documenti a sostegno della pretesa ……………………………………….. 971
3.2. Ulteriori scritti difensivi……………………………………………………………………. 972
3.3. Domanda di sospensione del provvedimento impugnato …………………. 973
4. La rilevanza della delimitazione del petitum nel ricorso introduttivo del
giudizio………………………………………………………………………………………………………. 974
5. Rappresentanza in giudizio delle parti ………………………………………………………. 976
6. Proposizione del ricorso…………………………………………………………………………….. 981
6.1. Il deposito del ricorso e la spedizione tramite plico postale …………….. 982
6.2. Istanze da allegare al ricorso ……………………………………………………………. 984
7. Adempimenti conseguenziali al deposito del ricorso…………………………………. 986
7.1. Assegnazione del ricorso al giudice monocratico e fissazione della
udienza di discussione. I termini………………………………………………………. 986
7.2. La richiesta istruttoria alla amministrazione convenuta……………………. 987
7.3. La notificazione del ricorso………………………………………………………………. 988
7.3.1. Notificazione alle amministrazioni dello Stato ……………………… 990
7.3.2. Termini per la notificazione………………………………………………….. 990
INDICE XIX
8. La costituzione del convenuto …………………………………………………………………… 991
9. La domanda riconvenzionale …………………………………………………………………….. 993
10. L’intervento di terzi in giudizio e integrazione del contraddittorio per ordine
del giudice …………………………………………………………………………………………………. 998
Capitolo Secondo
IL PROCEDIMENTO CAUTELARE
di Chiara Bersani e Eleonora Lener ………………………….. 1001
Capitolo Terzo
LA TRATTAZIONE
di Chiara Bersani e Eleonora Lener
1. La disciplina applicabile…………………………………………………………………………….. 1007
1.1. Regime transitorio……………………………………………………………………………. 1007
1.2. Abrogazioni ……………………………………………………………………………………… 1008
1.3. Perenzione dei giudizi pendenti – Art. 3, All. 3 del Codice, commi 4, 5
e 6…………………………………………………………………………………………………….. 1010
2. La disciplina della udienza – attività del giudice………………………………………… 1012
3. Incidenti nel processo………………………………………………………………………………… 1025
4. L’interruzione del processo……………………………………………………………………….. 1026
5. La rinunzia agli atti del processo ………………………………………………………………. 1030
6. La sospensione del processo pensionistico ………………………………………………… 1031
6.1. Sospensione ex lege ………………………………………………………………………….. 1031
6.2. Sospensione per pregiudizialità ………………………………………………………… 1033
6.3. Applicabilità della sospensione concordata………………………………………. 1039
6.4. Altri casi di sospensione…………………………………………………………………… 1044
Capitolo Quarto
LA DECISIONE
di Chiara Bersani e Eleonora Lener ………………………….. 1051
Capitolo Quinto
L’APPELLO
di Chiara Bersani e Eleonora Lener ………………………….. 1057
Capitolo Sesto
IL GIUDIZIO DI OTTEMPERANZA
IN MATERIA PENSIONISTICA
di Chiara Bersani e Eleonora Lener ………………………….. 1059
XX INDICE
PARTE OTTAVA
I GIUDIZI A ISTANZA DI PARTE
Capitolo Primo
DISCIPLINA GENERALE
di Veronica Varone
1. Premessa ……………………………………………………………………………………………………. 1075
2. La disciplina generale alla luce del regolamento di procedura dinnanzi alla
Corte dei conti…………………………………………………………………………………………… 1076
3. La disciplina generale contenuta nel Codice di giustizia contabile ……………. 1078
Capitolo Secondo
TIPOLOGIA DI GIUDIZI
di Veronica Varone ……………………………………….. 1085
PARTE NONA
LE IMPUGNAZIONI
Capitolo Primo
DISPOSIZIONI COMUNI
di Luigi Cirillo
1. Nozioni generali ………………………………………………………………………………………… 1095
2. Le impugnazioni nella legge di delegazione ………………………………………………. 1099
3. Il sistema delle impugnazioni nel codice della giustizia contabile. Disposizioni generali……………………………………………………………………………………………… 1102
3.1. L’ambito applicativo delle disposizioni generali e l’oggetto dell’impugnazione …………………………………………………………………………………………… 1102
3.2. I tipi di impugnazione e l’individuazione del mezzo di impugnazione
esperibile ………………………………………………………………………………………….. 1104
3.3. La funzione delle impugnazioni. La conversione dei motivi di nullità in
motivi di gravame, l’efficacia di giudicato e l’acquiescenza ……………… 1107
3.4. Le condizioni dell’azione in sede di impugnazione ………………………….. 1118
3.5. Condizioni di ammissibilità e procedibilità. L’estinzione …………………. 1124
3.6. Le modalità di introduzione del giudizio di impugnazione ………………. 1128
3.6.1. Termini per proporre l’impugnazione. Luogo e destinatari
della notificazione della impugnazione. Eventi interruttivi in
corso di impugnazione. Nullità ed inesistenza della notificazione …………………………………………………………………………………….. 1129
3.6.2. Il deposito dell’impugnazione ………………………………………………. 1143
3.6.3. La fase di fissazione di udienza. L’istanza, il decreto presidenziale e la sua notificazione ……………………………………………………. 1146
3.7. La pluralità di parti nel giudizio di impugnazione……………………………. 1150
3.7.1. Il litisconsorzio……………………………………………………………………… 1150
INDICE XXI
3.7.2. Litisconsorzio necessario. Integrazione del contraddittorio.
Cause inscindibili o dipendenti …………………………………………….. 1152
3.7.3. Litisconsorzio facoltativo. Cause scindibili……………………………. 1165
3.8. Le impugnazioni avverso la medesima sentenza e l’intervento di terzo…. 1166
3.9. Gli effetti indiretti del giudizio di impugnazione ……………………………… 1174
Capitolo Secondo
L’APPELLO
di Luigi Cirillo
1. Nozione e funzione ……………………………………………………………………………………. 1177
2. Il provvedimento oggetto del gravame e l’appello contro le sentenze non
definitive ……………………………………………………………………………………………………. 1178
3. L’oggetto del giudizio di appello: i limiti della cognizione e l’effetto devolutivo. La forma ed il contenuto dell’appello…………………………………………….. 1181
4. Esecutività della sentenza impugnata e provvedimenti in appello …………….. 1191
5. Il procedimento nel giudizio di appello (rinvio)………………………………………… 1193
Capitolo Terzo
L’OPPOSIZIONE DI TERZO
di Luigi Cirillo
1. Principi generali…………………………………………………………………………………………. 1201
2. Procedimento (rinvio) ……………………………………………………………………………….. 1203
Capitolo Quarto
LA REVOCAZIONE
di Luigi Cirillo
1. Profili generali …………………………………………………………………………………………… 1207
2. Il procedimento …………………………………………………………………………………………. 1218
2.1. La disciplina del procedimento (rinvio)……………………………………………. 1218
2.2. Il procedimento incidentale di sospensione dell’esecuzione della sentenza impugnata……………………………………………………………………………….. 1221
2.3. Impugnazione della sentenza emessa nel giudizio di revocazione ……. 1221
Capitolo Quinto
IL RICORSO PER CASSAZIONE
di Luigi Cirillo
1. Profili generali …………………………………………………………………………………………… 1223
2. L’oggetto del giudizio in Cassazione: provvedimenti impugnabili e motivi
del ricorso………………………………………………………………………………………………….. 1224
3. Sospensione della sentenza impugnata in pendenza del ricorso in cassazione…. 1230
4. La riassunzione ed il giudizio di rinvio ……………………………………………………… 1232
XXII INDICE
Capitolo Sesto
LA DISCIPLINA TRANSITORIA
di Luigi Cirillo …………………………………………… 1239
PARTE DECIMA
L’ESECUZIONE
Capitolo Primo
L’ESECUZIONE DELLE DECISIONI DELLA CORTE DEI CONTI
di Gianluca Albo
1. Il self-restraint del legislatore delegato ………………………………………………………. 1245
2. Il regime intertemporale ……………………………………………………………………………. 1246
3. Titolo esecutivo …………………………………………………………………………………………. 1248
4. L’attività esecutiva…………………………………………………………………………………….. 1251
5. Il pubblico ministero: funzioni di impulso, di vigilanza e di indirizzo………… 1256
5.1. Il pubblico ministero “territorialmente competente” ……………………….. 1256
5.2. La funzione di impulso del pubblico ministero ………………………………… 1258
5.3. La funzione di vigilanza del pubblico ministero……………………………….. 1259
5.4. La funzione di indirizzo del pubblico ministero……………………………….. 1261
6. La riscossione del credito erariale effettuata mediante recupero in via
amministrativa …………………………………………………………………………………………… 1264
6.1. Il recupero in via amministrativa e la normativa emergenziale
Covid-19 …………………………………………………………………………………………… 1266
6.2. La ritenuta cautelare………………………………………………………………………… 1268
7. La riscossione del credito erariale effettuata mediante esecuzione forzata
innanzi al giudice ordinario……………………………………………………………………….. 1270
8. La riscossione del credito erariale effettuata mediante iscrizione a ruolo …. 1271
9. Il giudizio di interpretazione del titolo giudiziale………………………………………. 1273
Indice analitico ……………………………………………………………………………………………………. 1275

DESCRIZIONE:

La seconda edizione del Nuovo processo davanti alla Corte dei conti risponde all’esigenza, dopo la pubblicazione del correttivo al codice del processo contabile cui al d.lgs n. 114/2019, di aggiornare un testo che, dal 2017 ad oggi, ha costituito un imprescindibile riferimento sistematico per quanti si siano avvicinati al processo contabile e per quanti, pur già a conoscenza dei misteri del processo, abbiano voluto approfondirne taluni aspetti. La struttura del volume, modulato come commento sistematico al processo contabile, è rimasta immutata; taluni capitoli sono stati tuttavia rivisti e ampliati, con l’obiettivo di rispondere in modo attuale all’avanzare della giurisprudenza e alle sollecitazioni venute dalla dottrina nei primi tre anni di vita del codice. Una volta di più l’opera costituisce una guida completa ed esaustiva alla giustizia contabile, un riferimento teorico ed un supporto indispensabile, rivolto agli operatori del diritto, agli studiosi e a quanti vogliano preparare il concorso per referendario.

130,00 123,50

130,00 123,50

© 2019 Copyright Medichini Clodio.

Web Design by Khamilla.com