Il tuo carrello

In offerta!

LA PROVA NEL PROCESSO DEL LAVORO

Informazioni aggiuntive

IN SINTESI

autore: Massimo Marasca-Manuela Rinaldi (a cura di)

editore: Maggioli

anno di pubblicazione: 2021

pagine: 278

30,00 28,50

APPROFONDISCI

L’opera, mediante un approccio pratico e operativo, affronta le diverse tipologie di prova all’interno del processo del lavoro.

In particolare, i singoli mezzi vengono analizzati in relazione ai diversi tipi di procedimento nei quali possono essere utilizzati: dal primo grado, passando per l’appello, giungendo poi in Cassazione, nonché nell’ambito dei procedimenti sommari di cognizione.

L’analisi della casistica, nonché delle concrete applicazioni degli strumenti probatori rende il volume un valido supporto al professionista che debba scegliere quali strumenti utilizzare e come impiegarli nel costruire la propria strategia difensiva.

Particolare attenzione è dedicata alla consulenza tecnica d’ufficio, quale mezzo di prova sempre più largamente utilizzato nell’ambito lavoristico, specialmente con riguardo alle condotte discriminatorie del datore ai danni dei propri dipendenti.

Capitolo I – Rito e processo del lavoro

1. Processo del lavoro: nozioni e definizioni generali

2. Il rito ordinario: dal ricorso introduttivo alla costituzione del convenuto

2.1. Nullità del ricorso

2.2. Decreto di fissazione di udienza e notifica

2.2.1. La sospensione feriale

2.3. La costituzione del resistente

2.4. L’inattività delle parti

3. Principi generali in tema di onere della prova

3.1. L’onere della prova nel rito del lavoro

4. L’udienza di discussione

4.1. I poteri del giudice

5. La decisione del giudice in primo grado

6. Rito Fornero: particolarità del rito e processo dal primo grado alla Cassazione

6.1. Peculiarità e problematiche del rito Fornero

Bibliografia

Capitolo II – Le prove tipiche

1. Il codice civile e il codice di procedura

2. La prova testimoniale

2.1. L’assunzione e la capitolazione della prova testimoniale

3. La testimonianza scritta

4. Le presunzioni

5. L’interrogatorio libero

6. L’accesso sul luogo di lavoro

7. La prova documentale

Bibliografia

Capitolo III – Le prove atipiche

1. Premessa. La categoria delle c.d. prove atipiche e la loro rilevanza nel rito del lavoro

1.1. Critica della teoria delle prove atipiche. La tassatività del cata­logo legislativo dei mezzi di prova

1.2. Segue. La tesi dell’ammissibilità. Il libero convincimento del giudice nella formazione processuale dei fatti e la disciplina delle presunzioni semplici

1.3. L’acquisizione in giudizio. Il rispetto del principio del contrad­dittorio

1.4. La valutazione probatoria. L’obbligo di motivazione

2. Catalogo di prove atipiche e analisi della loro efficacia probato­ria

3. Le prove atipiche ed il processo del lavoro. Gli artt. 421 e 437 c.p.c.

Bibliografia

Capitolo IV – Le altre prove atipiche

1. La produzione in giudizio di fotografie ed informazioni personali tratte dai profili dei social network e le altre produzioni atipiche di matrice informatica

2. Le trascrizioni documentali del contenuto di SMS e conversazioni WhatsApp

3. Le investigazioni private

4. Impianti o apparecchi di controllo a distanza del lavoratore: limiti, evoluzione giurisprudenziale e utilizzabilità in giudizio delle relative registrazioni sonore ed audiovisive

5. Prove atipiche e prove illecite

Bibliografia

Capitolo V – Verbali ed atti formati in “altre sedi”

1. Prove documentali atipiche formate da pubblici ufficiali e fun­zionari amministrativi: tra prova legale, presunzione iuris tantum ed efficacia indiziaria

1.1. I verbali ispettivi degli enti previdenziali e assistenziali o dell’I­spettorato del lavoro o degli organi di Polizia giudiziaria

1.2. Il valore delle dichiarazioni rese agli ispettori

1.3. Rapporto tra risultanze del verbale ispettivo e thema decidendum nei giudizi di accertamento negativo del credito contributivo

1.4. Le certificazioni amministrative: tipologie e valenza probatoria, la casistica più frequente davanti al giudice del lavoro

2. Documenti relativi all’attività istruttoria svolta in altri giudizi

2.1. I verbali di udienza contenenti prove testimoniali

2.2. La rilevanza delle prove assunte nel processo penale

2.3. Gli atti acquisiti o formati in sede di indagini preliminari

2.4. La consulenza tecnica d’ufficio espletata in altro giudizio

2.5. Gli atti irripetibili

3. Gli scritti provenienti da terzi a contenuto testimoniale

3.1. La rilevanza meramente indiziaria delle dichiarazioni scritte dei terzi

3.2. Uno scritto proveniente da terzi frequentemente prodotto nelle cause di lavoro: il rapporto di agenzia investigativa

Bibliografia

Capitolo VI – La consulenza tecnica

1. Generalità sulla CTU

2. Natura giuridica della consulenza

3. Dall’incarico alla perizia

4. Attività del consulente

5. Inizio delle operazioni peritali e comunicazioni alle parti

6. I vizi della CTU e i relativi rimedi

7. Rapporti del CTU con le parti

8. Rapporti del CTU con i terzi

9. Astensione e ricusazione del CTU

10. La normativa specifica relativa alla CTU nel processo del lavo­ro

11. La CTU nel giudizio di appello in materia lavoro

12. L’ATP nelle controversie in tema di invalidità pensionabile

13. La CTU nelle cause relative alle condotte discriminatorie (in particolare mobbing e straining)

Bibliografia

Capitolo VII – La sentenza di patteggiamento

1. Le sentenze rese in altri giudizi civili o penali

2. La sentenza penale di patteggiamento ed efficacia probatoria

3. Evoluzione giurisprudenziale

Capitolo VIII – Il giudizio di secondo grado e la Cassazione

1. La decisione di primo grado

2. Prescrizione e decadenza

3. L’appello e le prove nel processo del lavoro

4. Cassazione e processo del lavoro

Bibliografia

Capitolo IX – La prova nei procedimenti sommari in materia di lavoro

1. Generalità e campo d’indagine: sommarietà dell’istruttoria

1.1. I rapporti tra rito del lavoro e rito sommario di cognizione ex art. 702-bis c.p.c.

2. La prova nei procedimenti cautelari in materia di lavoro

3. La prova nel procedimento d’ingiunzione

4. La prova nel rito ex art. 28 dello Statuto dei lavoratori

5. La prova nella fase sommaria del rito Fornero

6. La prova nei giudizi sommari per la tutela antidiscriminatoria

30,00 28,50

30,00 28,50

© 2019 Copyright Medichini Clodio.

Web Design by Khamilla.com