Il tuo carrello

LIBRERIA E FORMAZIONE GIURIDICA

Sempre aggiornati con la newsletter

In offerta!

L'INTEGRAZIONE SILENTE. LA FUNZIONE INTERPRETATIVA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA E IL DIRITTO COSTITUZIONALE EUROPEO

Informazioni aggiuntive

IN SINTESI

autore: Giuseppe Martinico

editore: Jovene

anno di pubblicazione: 2009

22,00 20,90

APPROFONDISCI

INDICE
Ringraziamenti …………. p. XI
Introduzione
1. Breve illustrazione dei contenuti dello studio ……………… » 1
2. La centralità delle fonti culturali ……….. » 2
3. Il ruolo della Corte e delle sue pronunce dopo il no al Trattato-Costituzione e all’indomani del «no» irlandese al Trattato di Lisbona ….. » 6
4. Il sogno degli European Studies e l’approccio prescelto……….. » 11
Capitolo Primo
La configurazione complessa
dell’ordinamento comunitario
1. La leggibilità del fenomeno integrazione ……… » 17
2. Dalla diversità alla complessità ……. » 22
3. Il costituzionalismo multilivello: prospettive e critiche ….. » 25
4. Il momento interpretativo: la complessità costituzionale e la sua
ricaduta sul sistema delle fonti ………… » 43
Capitolo secondo
La funzione «unitaria» della Corte di giustizia
(con riferimento al I pilastro almeno):
le cause individuate dalla letteratura
1. Premessa ……… » 48
2. Corte di giustizia e attivismo giudiziale: le ragioni di un «successo» …. » 51
3. L’interpretazione unitaria e lo sforzo di razionalizzazione della
CGCE: il dato formale ……… » 59
4. La lotta per il monopolio interpretativo e le implicazioni politiche
dell’agire dei giudici nel multilivello …… » 68
Capitolo terzo
Le sentenze interpretative della Corte di giustizia
delle Comunità europee come forme
di produzione normativa
1. Premessa ……… p. 77
2. Le tecniche interpretative e lo stile delle decisioni della Corte di
giustizia ……….. » 79
3. Il problema dell’efficacia delle sentenze interpretative …… » 91
4. Il 234 TCE a confronto con il 230 TCE .» 99
5. La giurisprudenza sul punto ……. » 111
6. L’efficacia erga omnes delle sentenze interpretative …. » 114
7. Le sentenze interpretative fuori dal procedimento pregiudiziale … » 120
8. Le sentenze interpretative della Corte di giustizia come precedente … » 125
9. Conclusioni ……….. » 134
Capitolo quarto
L’ultima fase del processo di integrazione:
234 TCE come teatro di scontro
1. Il versante sostanziale del dialogo fra giudici ………. » 135
2. La storia della cooperazione fra giudici come storia dell’integrazione … » 138
3. Fonti politiche versus fonti culturali? …….. » 143
4. Conclusioni ………… » 163
Capitolo quinto
La (presunta) eccezione al dialogo:
i controlimiti
1. Il legame con quanto esposto prima ….. » 171
2. I controlimiti nelle giurisprudenze nazionali …….. » 172
3. La dottrina sul punto: è realmente cambiato qualcosa dopo il Trattato Costituzionale e il Trattato di Riforma? .. » 190
Capitolo sesto
Il versante «competitivo»:
il dialogo «nascosto»
1. Obiettivi del lavoro e inquadramento della (copiosa) letteratura sul
punto ……………… p. 201
2. Le tecniche del dialogo nascosto fra i giudici …. » 205
3. La risposta della Corte di giustizia ….. » 213
4. Un tentativo di contestualizzazione del dialogo giudiziale …. » 217
Capitolo settimo
Notazioni finali:
le conseguenze metodologiche
nello studio del diritto europeo ………. » 223
Bibliografia ……. » 241

22,00 20,90

22,00 20,90