Il tuo carrello

In offerta!

MANUALE DELL'ESECUZIONE PENALE-TERZA EDIZIONE

Informazioni aggiuntive

IN SINTESI

Tempi di spedizione: 2/3 giorni lavorativi

Anno pubblicazione: 2021

Editore: Giuffrè

Autore: Alessandro Fusi

Pagg:1172

130,00 123,50

APPROFONDISCI

DESCRIZIONE:

Il Manuale dell’esecuzione penale, dopo otto anni e il successo avuto, giunge alla seconda edizione rivista e ampliata.

Si tratta di un Volume completo delle materie del giudice dell’esecuzione e della magistratura di sorveglianza, ma distinto, per il fatto che, mentre ogni altra pubblicazione è sfuggente sull’attività del PM, quest’ultima si rivela invece l’elemento caratterizzante del presente manuale.

Tale unicità è provata dal taglio pratico, essenziale, ad esempio, dall’analisi delle diverse tipologie di fungibilità, dalle parti dedicate all’ordine di esecuzione, e al decreto di cumulo frazionato in 41 paragrafi con una moltitudine di esempi che considerano analiticamente ogni fattispecie compresi gli effetti di cui all’art. 78 c.p. per i quali si può realizzare un temperamento della pena indeterminato e senza limiti.

L’opera è completa ed esauriente in ogni sua parte, ben organizzata, con uno stile di esposizione chiaro e non dispersivo, finalizzato a focalizzare lo svolgersi concreto delle singole procedure. Numerosi sono i riferimenti giurisprudenziali, le esemplificazioni e gli schemi e si completa con i “suggerimenti” per l’Avvocato del capitolo finale.

INDICE:

g.
Presentazione di Biancastella Maienza…………………. . VII Presentazione di Paolo Florio ……………………… . IX Prefazione………………………………… . XI Capitolo I
IL PROCESSO DI ESECUZIONE
1. La natura giuridica del processo di esecuzione: la fase della cognizione
e la fase dell’esecuzione ……………………… . 1
1.1. Il pubblico ministero……………………. . 8
1.2. Il giudice dell’esecuzione …………………. . 9
1.3. La magistratura di sorveglianza ……………… . 10
1.4. Osservazioni. ……………………….. . 12
Capitolo II
I SOGGETTI
1. Introduzione ……………………………. . 16
2. Il giudice dell’esecuzione……………………… . 17
2.1. Nozione ………………………….. . 17
2.2. Identificazione ………………………. . 19
2.3. Sentenza monosoggettiva – Competenza giudice di primo
grado ……………………………. . 21
2.3.1. Sentenza non impugnata …………….. . 21
2.3.2. Sentenza impugnata per saltum …………. . 21
2.3.3. Sentenza confermata in appello …………. . 22
2.3.4. Sentenza modificata in appello solo con riferimento al
trattamento sanzionatorio ……………. . 23
2.3.5. Sentenza oggetto di applicazione dell’indulto….. . 23
2.3.6. Sentenza con cui si dispone la sospensione condizionale della pena ………………….. . 24
2.3.7. Sentenza con cui si dispone la revoca dei benefici . . . 24
2.3.8. Sentenza con cui viene disposta la conversione della
pena detentiva ………………….. . 25
2.3.9. Sentenza con la quale si interviene sulle statuizioni
civili………………………… . 25
2.3.10. Sentenza oggetto di annullamento senza rinvio … . 25
2.3.11. Reati urbanistici …………………. . 26
2.4. Sentenza monosoggettiva – Competenza del giudice di appello. 26
2.4.1. Sentenza integralmente riformata in appello ….. . 26
2.4.2. Sentenza di appello che riforma in parte l’imputazione. 26
2.4.3. Sentenza di appello con cui è diversamente qualificata
la fattispecie contestata ……………… . 26
2.4.4. Sentenza di appello con cui vengono concesse le attenuati o le aggravanti……………….. . 27
2.4.5. Sentenza di appello con cui viene riconosciuto il vincolo della continuazione …………….. . 28
2.4.6. Sentenza di appello con cui viene applicata l’amnistia. 28
2.4.7. Sentenza di appello con la quale vengono applicati
benefici che estinguono o modificano il reato….. . 29
2.4.8. Sentenza di appello con la quale il giudice si pronuncia
in tema di recidiva ………………… . 29
2.4.9. Sentenza di appello con la quale il soggetto viene
ritenuto incline al reato ……………… . 30
2.4.10. Sentenza oggetto di annullamento senza rinvio disposto dalla Corte di cassazione …………… . 30
2.4.11. Sentenza oggetto di annullamento con rinvio disposto
dalla Corte di cassazione …………….. . 31
2.5. Sentenza monosoggettiva – I procedimenti speciali …… . 31
2.5.1. Il concordato anche con rinuncia ai motivi di appello
ex art. 599 bis c.p.p. ……………….. . 31
2.5.2. Casistica relativa ai procedimenti speciali ……. . 32
2.6. Sentenza plurisoggettiva …………………. . 33
2.6.1. Nozione ……………………… . 33
2.6.2. Identificazione del giudice di primo grado……. . 33
2.6.3. Identificazione del giudice di secondo grado ….. . 33
2.6.4. Il principio della unicità del giudice dell’esecuzione nel
processo plurisoggettivo……………… . 34
2.6.5. Sentenza plurisoggettiva di conferma in appello per un
condannato e riforma con assoluzione per gli altri. . . 37
2.6.6. Annullamento con rinvio della Corte di cassazione per
uno o più ricorrenti ……………….. . 38
2.6.7. Riflessi esecutivi dell’annullamento……….. . 40
2.7. Prerogative ………………………… . 41
2.8. Limiti ……………………………. . 45
2.9. Effetto estensivo dell’impugnazione – Art. 587 c.p.p. ….. . 46
2.9.1. La sospensione dell’esecuzione subordinata al riconoscimento dell’effetto estensivo dell’impugnazione . . . 51
2.9.2. Casistica ……………………… . 52
2.10. La sentenza – Esecutività, eseguibilità, esecuzione ……. . 53
2.11. Sentenza con pluralità di capi e formazione progressiva del
giudicato o giudicato parziale – Art. 624 c.p.p. ……… . 54
XVI Indice
2.11.1. La formazione progressiva e l’esecuzione della parte di
sentenza in giudicato ………………. . 56
2.11.2. Casistica ……………………… . 58
2.12. Pluralità di provvedimenti emessi da giudici diversi – Art. 665
comma. 4 e comma. 4 bis c.p.p. ……………… . 60
2.12.1. Ultima sentenza in giudicato di assoluzione –
Rilevanza …………………….. . 63
2.12.2. Schema riassuntivo dell’identificazione del giudice
dell’esecuzione ………………….. . 66
3. La magistratura di sorveglianza………………….. . 67
3.1. Introduzione………………………… . 67
3.2. Il Tribunale di sorveglianza ……………….. . 68
3.3. Il Magistrato di sorveglianza ……………….. . 68
3.4. Uffici per l’esecuzione penale esterna (U.E.P.E) ……. . 71
3.5. Competenza per territorio – Art. 677 c.p.p. ……….. . 72
3.6. Il principio della perpetuatio jurisdictionis………… . 81
3.7. Esecuzione della semidetenzione e della libertà controllata . . 83
4. Il pubblico ministero ……………………….. . 83
5. Il personale della segreteria del pubblico ministero……….. . 86
6. Il difensore …………………………….. . 88
6.1. Il controllo degli atti trasmessi dal PM – Art. 655 n. 5 c.p.p.. . 89
6.2. Partecipazione del difensore nel processo di esecuzione – Art.
666 n. 3 e 4 c.p.p………………………. . 90
6.3. Partecipazione del difensore alle attività della magistratura di
sorveglianza ………………………… . 92
6.4. La necessità per il difensore di fiducia di nuova nomina per la
fase esecutiva ……………………….. . 93
6.4.1. Il difensore di fiducia e plurimi procedimenti esecutivi. 94
6.4.2. Il difensore di fiducia nel procedimento di sorveglianza ………………………. . 95
6.5. L’attività del difensore nella fase esecutiva ……….. . 95
6.6. Istituzione del patrocinio a spese dello Stato per i non abbienti
– D.P.R. 30 maggio 2002, n. 115 ……………… . 97
6.7. Le indagini difensive……………………. . 105
7. Il condannato……………………………. . 110
8. La persona offesa dal reato – La parte civile – Il responsabile civile – Il
civilmente obbligato per la pena pecuniaria nel procedimento innanzi
al giudice dell’esecuzione …………………….. . 111
8.1. La parte civile – La persona offesa dal reato nel procedimento
innanzi alla magistratura di sorveglianza…………. . 112
Capitolo III
IL PROCEDIMENTO DEL GIUDICE DELL’ESECUZIONE
1. Introduzione ……………………………. . 115
2. Prerogative del procedimento di esecuzione – Art. 666 c.p.p. ….. . 117
Indice XVII
3. Attivazione del procedimento di esecuzione – Art. 666 c. 1 c.p.p.: la
richiesta ………………………………. . 117
4. Inammissibilità della richiesta – Art. 666 c. 2 c.p.p. ……….. . 119
5. Avviso alle parti e ai difensori – Art. 666 c. 3 c.p.p. ………. . 122
6. L’udienza – Art. 666 c. 4 c.p.p. ………………….. . 124
7. Onere di allegazione e accertamenti del giudice – Art. 666 n. 5 c.p.p.. 126
8. Legittimo impedimento………………………. . 128
9. Peculiarità del procedimento …………………… . 131
10. Decisione e notifica – Art. 666 n. 6 c.p.p. …………….. . 132
11. Procedimento de plano ………………………. . 133
12. Casi di nullità …………………………… . 135
13. Impugnazione – Art. 666 c. 7 c.p.p…………………. . 138
14. Irrevocabilità dell’ordinanza e nuova trattazione ………… . 142
15. La ricusazione …………………………… . 143
16. Sospensione dei termini (art. 240 bis norme di coordinamento c.p.p.). 146
Capitolo IV
LE ATTIVITÀ DEL GIUDICE DELL’ESECUZIONE
1. Introduzione ……………………………. . 149
2. Applicazione dell’amnistia, dell’indulto e sua revoca………. . 150
3. Revoca della sospensione condizionale della pena – Art. 168 c.p. . . . 150
3.1. Sentenza definita con il patteggiamento la cui pena sospesa è
soggetta a revoca (artt. 444-445 c.p.p.) ………….. . 156
3.2. Sentenza definita con il patteggiamento avente effetto
revocante …………………………. . 157
3.3. La pena detentiva convertita in pena pecuniaria non è idonea
alla revoca della sospensione condizionale ……….. . 158
3.4. Casistica ………………………….. . 160
4. Struttura del trattamento sanzionatorio: reato più grave – Pena base e
reato meno grave – Pena in continuazione ……………. . 160
5. Applicazione della disciplina del concorso formale e del reato continuato – Artt. 671 c.p.p. e 81 c.p. …………………. . 163
5.1. Nozione ………………………….. . 163
5.2. Elementi costitutivi ……………………. . 167
5.3. Presupposti con incidenza negativa all’applicabilità della continuazione ………………………….. . 169
5.4. Riconoscimento della continuazione e vantaggi …….. . 171
5.5. Competenza ………………………… . 172
5.6. Richiesta al giudice dell’esecuzione……………. . 173
5.7. Onere di allegazione……………………. . 175
5.8. Decisione …………………………. . 176
5.9. Quantificazione della pena ………………… . 177
5.10. Determinazione della pena, contrasto tra gli artt. 671 c.p.p. e 81
c.p. …………………………….. . 182
5.11. Continuazione, la sospensione condizionale e la non menzione. 184
XVIII Indice
5.12. Continuazione fra sentenze definite con rito ordinario e riti
speciali …………………………… . 186
5.13. Equiparazione della specie e del genere di pena del reato
satellite alla pena base ………………….. . 187
5.14. Stato di tossicodipendenza ………………… . 188
5.15. Cause di nullità dell’ordinanza ……………… . 189
6. Incidente di esecuzione avverso i provvedimenti del PM ……. . 189
6.1. Opposizione avverso l’ordine di esecuzione……….. . 191
6.2. Opposizione avverso la posizione giuridica ……….. . 193
6.3. Opposizione all’ordine di esecuzione al fine di conseguire la
sospensione della pena di cui agli artt. 47, 47 ter legge 354/1975,
90 e 94 D.P.R. 309/1990, non disposta dal PM ……… . 194
6.4. Opposizione al decreto di cumulo delle pene concorrenti . . . 195
7. Richiesta al giudice dell’esecuzione di emettere il provvedimento di
cumulo non avendovi provveduto il pubblico ministero …….. . 196
8. Richiesta al giudice dell’esecuzione di applicazione dell’istituto della
fungibilità delle pene non avendovi provveduto il pubblico ministero. 196
9. Restituzione nel termine per impugnare – Art. 175 c.p.p. ……. . 197
9.1. Nozione ………………………….. . 197
9.2. Caso fortuito – Art. 175 c. 1 c.p.p. ……………. . 201
9.3. Forza maggiore – Art. 175 c. 1 c.p.p. …………… . 204
9.4. Presentazione dell’istanza ………………… . 207
9.5. Decisione …………………………. . 207
9.6. Restituzione nel termine nella fase esecutiva ………. . 208
10. Revoca della sentenza – Abolitio criminis – Art. 673 c.p.p. …… . 209
10.1. Depenalizzazione – Casi particolari ……………. . 213
10.2. Casistica ………………………….. . 216
11. Correzione di errori materiali – Art. 130 c.p.p…………… . 218
11.1. Pene accessorie ………………………. . 220
11.2. Procedimento ……………………….. . 221
11.3. Casistica ………………………….. . 222
11.4. Il ricorso straordinario per errore materiale o di fatto – Art. 625
bis c.p.p. ………………………….. . 224
11.4.1. Errore materiale …………………. . 227
11.4.2. Errore di fatto ………………….. . 227
12. Estinzione della pena per morte del reo dopo la condanna – Art. 171
c.p. …………………………………. . 229
13. Estinzione della pena della reclusione e della multa per decorso del
tempo – Art. 172 c.p. ……………………….. . 230
13.1. Decorrenza del termine ………………….. . 231
13.2. Incidenza sul termine di estinzione della pena in caso di formazione progressiva del giudicato ……………. . 232
13.3. Incidenza sul temine di estinzione della pena in caso di revoca
dei benefici ………………………… . 233
13.4. Incidenza sul temine di estinzione della pena in caso di concorso di reati ……………………….. . 235
13.5. Estinzione della pena – Esclusione ……………. . 235
13.6. Inapplicabilità della misura di sicurezza …………. . 238
Indice XIX
13.7. Estinzione della pena e sanzione amministrativa accessoria:
condanna con demolizione del manufatto abusivo……. . 238
14. Estinzione della pena dell’arresto e dell’ammenda per decorso del
tempo – Art. 173 c.p. ……………………….. . 239
15. Dubbio sull’identità fisica della persona detenuta – Art. 667 c.p.p. . . 240
15.1. Procedimento con udienza partecipata e de plano ……. . 242
16. Persona condannata per errore di nome – Art. 668 c.p.p. ……. . 243
17. Pluralità di sentenze per il medesimo fatto contro la stessa persona – Ne
bis in idem – Art. 669 c.p.p. ……………………. . 245
17.1. Ne bis in idem – Nozione – Applicazione ………… . 249
17.2. Ne bis in idem – Elementi costitutivi …………… . 259
17.3. Ne bis in idem – Limiti ………………….. . 259
18. Falsità di documenti – Art. 675 c.p.p. ………………. . 260
19. Determinazione della durata dell’isolamento diurno – Art. 72 c.p.. . . 262
19.1. Nozione – Natura giuridica ………………… . 262
19.2. Fonti normative ……………………… . 264
19.3. Superamento dei limiti fissati dalla norma………… . 265
19.4. L’isolamento diurno ed i poteri del magistrato di sorveglianza
– Limiti …………………………… . 268
20. Questioni sul titolo esecutivo – Art. 670 c.p.p. ………….. . 269
20.1. Introduzione………………………… . 269
20.2. Analisi della norma ……………………. . 270
20.3. Casistica ………………………….. . 273
21. Effetti della dichiarazione di incostituzionalità della norma sul
giudicato………………………………. . 274
21.1. Casistica ………………………….. . 278
22. Riparazione per ingiusta detenzione – Artt. 314 e 315 c.p.p. ….. . 279
22.1. Casi che comportano il risarcimento …………… . 279
22.2. Casi che negano la riparazione ……………… . 284
22.2.1. Dolo o colpa grave – Esclusione alla riparazione… . 286
22.3. Natura del diritto alla riparazione…………….. . 288
22.4. La presentazione dell’istanza ………………. . 288
22.5. Morte dell’avente diritto …………………. . 290
22.6. Procedimento ……………………….. . 290
22.7. Entità della riparazione ………………….. . 291
22.8. Decisione …………………………. . 294
22.9. La riparazione per ingiusta detenzione e la fungibilità …. . 295
23. Il giudizio di revisione – Artt. 629 e ss. c.p.p. ………….. . 297
23.1. Introduzione………………………… . 297
23.2. Condanne soggette a revisione – Art. 629 c.p.p. …….. . 298
23.3. Titoli esclusi dalla revisione ……………….. . 298
23.4. Sentenze definite con patteggiamento ………….. . 300
23.5. Rescissione del giudicato – Art. 629 bis c.p.p……….. . 301
23.6. Casi di revisione – Art. 630 c.p.p. …………….. . 302
23.7. Limiti della revisione – Art. 631 c.p.p. ………….. . 311
23.8. Richiesta di revisione per parte della sentenza ……… . 312
23.9. Soggetti legittimati alla richiesta – Art. 632 c.p.p. ……. . 314
23.10. Forma della richiesta – Art. 633 c.p.p. ………….. . 314
XX Indice
23.11. Declaratoria d’inammissibilità – Art. 634 c.p.p………. . 316
23.12. Forma dell’ordinanza di inammissibilità …………. . 317
23.13. Presentazione dell’istanza ………………… . 319
23.14. La fase rescindente e quella rescissoria …………. . 319
23.15. Sospensione dell’esecuzione – Art. 635 c.p.p. ………. . 320
23.16. Forma dell’ordinanza …………………… . 321
23.17. Sospensione dell’esecuzione – Presupposti………… . 321
23.18. Giudizio di revisione – Art. 636 c.p.p. ………….. . 322
23.19. Sentenza – Art. 637 c.p.p. …………………. . 323
23.20. Revisione a favore del condannato defunto – Art. 638 c.p.p. . 324
23.21. Provvedimenti in accoglimento della richiesta – Art. 639 c.p.p.. 324
23.22. Impugnabilità della sentenza – Art. 640 c.p.p. ……… . 324
23.23. Effetti dell’inammissibilità o del rigetto – Art. 641 c.p.p. … . 325
23.24. Pubblicazione della sentenza di accoglimento della richiesta –
Art. 642 c.p.p………………………… . 325
23.25. Riparazione dell’errore giudiziario – Art. 643 c.p.p. …… . 325
23.26. Riparazione in caso di morte – Art. 644 c.p.p. ……… . 328
23.27. Domanda di riparazione – Art. 645 c.p.p. ………… . 328
23.28. Procedimento e decisione – Art. 646 c.p.p. ……….. . 328
23.29. Risarcimento del danno e riparazione – Art. 647 c.p.p. …. . 329
23.30. Casistica ………………………….. . 329
24. Riconoscimento delle sentenze penali straniere …………. . 330
24.1. Effetti previsti dal codice penale – Art. 730 c.p.p. ……. . 330
24.2. Riconoscimento delle sentenze penali straniere a norma di
accordi internazionali – Art. 731 c.p.p. ………….. . 333
24.3. Presupposti del riconoscimento – Art. 733 c.p.p. …….. . 335
24.4. Deliberazione della Corte di appello – Art. 734 c.p.p…… . 337
24.5. Poteri del Ministro in materia di esecuzione della decisione
dello Stato estero – Art. 734 bis c.p.p. ………….. . 337
24.6. Determinazione della pena – Art. 735 c.p.p. ………. . 338
24.7. Misure coercitive – Art. 736 c.p.p……………… . 339
24.8. Esecuzione conseguente al riconoscimento – Art. 738 c.p.p. . . 340
24.9. Riconoscimento benefici …………………. . 340
24.10. Divieto di estradizione e di nuovo procedimento – Art. 739
c.p.p. ……………………………. . 343
25. Esecuzione all’estero di sentenze penali italiane ………… . 344
25.1. Introduzione………………………… . 344
25.2. Trasmissione all’estero ………………….. . 344
25.3. Esecuzione in Italia di sentenze penali straniere …….. . 346
25.4. Esecuzione della sentenza ………………… . 346
25.5. Il principio di specialità ………………….. . 346
Capitolo V
L’AMNISTIA
1. Introduzione ……………………………. . 349
Indice XXI
2. Amnistia impropria ………………………… . 352
2.1. Giudice competente ……………………. . 352
2.2. Poteri del giudice dell’esecuzione …………….. . 353
2.3. Poteri del pubblico ministero ………………. . 353
2.4. Determinazione della pena da dichiarare cessata per effetto
dell’amnistia………………………… . 354
2.5. Il procedimento………………………. . 354
2.6. Le ragioni per l’applicazione dell’amnistia a pena già stata
espiata …………………………… . 355
3. Nozioni introduttive all’applicazione dell’amnistia ……….. . 356
3.1. D.P.R. 4 agosto 1978 n. 413 ……………….. . 356
3.2. D.P.R. 18 dicembre 1981 n. 744 ……………… . 359
3.3. D.P.R. 16 dicembre 1986 n. 865 ……………… . 360
3.4. D.P.R. 12 aprile 1990 n. 75 ………………… . 362
Capitolo VI
L’INDULTO
1. Introduzione ……………………………. . 365
2. Competenza ……………………………. . 368
2.1. Giudice competente ……………………. . 368
2.2. Poteri del giudice dell’esecuzione …………….. . 369
2.3. Poteri del pubblico ministero ………………. . 369
2.3.1. Richiesta al giudice dell’esecuzione……….. . 369
2.3.2. La provvisoria liberazione ……………. . 370
2.3.3. La riduzione dell’indulto …………….. . 370
3. Determinazione della pena oggetto di indulto ………….. . 371
4. Il procedimento ………………………….. . 373
5. L’applicazione dell’indulto alle pene già espiate ………… . 375
6. L’indulto e il cumulo del PM …………………… . 376
7. L’indulto ed il reato permanente …………………. . 377
8. L’indulto e le ipotesi aggravate di reato …………….. . 378
9. L’indulto e abolitio criminis ……………………. . 379
10. L’indulto e il reato di bancarotta…………………. . 379
11. L’indulto e il reato tentato ……………………. . 380
12. Indulto e legge stupefacenti ……………………. . 380
12.1. Il D.P.R. 394/1990 non è applicabile se all’art. 71 L. 685/1975
vengono applicate le aggravanti dell’art. 74 o vi sia equivalenza
tra aggravanti ed attenuanti ……………….. . 380
12.2. Indulto L. 241/2006 – Art. 74 del D.P.R. 309/1990 (reato
associativo) ………………………… . 381
13. L’indulto e la pena dell’ergastolo ………………… . 383
14. L’indulto e l’isolamento diurno………………….. . 383
15. L’indulto e le misure di sicurezza ………………… . 385
16. Indulti D.P.R. 413/1978, 744/1981 e 865/1986 – La limitazione derivante
dall’aver usufruito o di poter usufruire di precedenti indulti non opera
nel caso di cumulo…………………………. . 387
XXII Indice
17. L’indulto non è applicabile alle pene per le quali non sia concessa
l’estradizione ……………………………. . 389
18. L’indulto e la pubblicazione della sentenza …………… . 390
19. L’inapplicabilità dell’indulto in quanto revocabile di diritto ….. . 391
20. La revoca dell’indulto ………………………. . 392
20.1. Il reato avente forza di revoca………………. . 395
20.2. Sentenza avente forza di revoca dell’indulto definita con procedimenti speciali …………………….. . 396
20.3. Continuazione tra reato che comporta la revoca dell’indulto e
quelli oggetto della condanna cui il beneficio è stato applicato;
la pena riconducibile al reato che comporta la revoca è stata
ridotta al di sotto del limite stabilito per la revoca …… . 397
21. L’ordinanza di revoca dell’indulto ………………… . 400
22. L’indulto e le sentenze estere riconosciute in Italia……….. . 400
23. Casi pratici …………………………….. . 401
24. Caratteristiche dei decreti indulgenziali ……………… . 404
24.1. D.P.R. 4 agosto 1978 n. 413 ……………….. . 405
24.2. D.P.R. 18 dicembre 1981 n. 744 ……………… . 407
24.3. D.P.R. 16 dicembre 1986 n. 865 ……………… . 409
24.4. D.P.R. 22 dicembre 1990 n. 394 ……………… . 411
24.5. Legge 31 luglio 2006, n. 241 ……………….. . 412
Capitolo VII
L’ESECUZIONE DELLE PENE DETENTIVE
1. Introduzione ……………………………. . 416
2. L’esecuzione provvisoria ……………………… . 418
2.1. La remissione in libertà ………………….. . 418
2.2. La scarcerazione per decorrenza dei termini ………. . 419
2.3. La posizione giuridica provvisoria ……………. . 421
3. Le misure coercitive………………………… . 421
4. L’inizio della fase esecutiva – Artt. 28 e 29 D.M. 334/1989 …… . 425
4.1. La trasmissione degli atti alla segreteria del PM …….. . 425
4.2. L’iscrizione nel registro esecuzione ……………. . 425
5. La richiesta al giudice dell’esecuzione per la revoca dei benefici… . 431
5.1. La richiesta di revoca della sospensione condizionale della
pena – Art. 168 c.p. ……………………. . 431
5.2. La richiesta di revoca dell’indulto…………….. . 432
5.3. La riduzione dell’indulto nei limiti di legge ……….. . 433
6. La disposta esecuzione e l’impugnazione tardiva della sentenza … . 434
7. L’esecuzione delle pene gravi …………………… . 436
8. L’esecuzione dei non appellanti nel processo plurisoggettivo ….. . 438
9. L’ordine di esecuzione – Art. 656 c.p.p. ……………… . 440
9.1. Gli elementi costitutivi dell’ordine di esecuzione ……. . 442
9.2. Analisi e sviluppo delle singole fattispecie ……….. . 443
9.2.1. Premessa ……………………… . 443
Indice XXIII
9.2.2. L’art. 656 c.p.p. c. 1 – Ordine di carcerazione per il
condannato in stato di libertà ………….. . 443
9.2.3. L’art. 656 c.p.p. c. 1 – Ordine di carcerazione per il
condannato in stato di detenzione ……….. . 456
9.2.4. L’art. 656 c.p.p. c. 5 – Ordine di carcerazione con
contestuale sospensione ……………… . 464
9.2.5. Il divieto di doppia sospensione del c. 5 dell’art. 656
c.p.p. in relazione a singola sentenza e cumulo…. . 471
9.2.6. L’incidenza dell’indulto sui limiti del c. 5 dell’art. 656
c.p.p. ……………………….. . 479
9.3. L’ordine di esecuzione per condannato ammesso alla misura
alternativa per altra causa ………………… . 480
9.3.1. Premessa ……………………… . 480
9.3.2. Condannato in affidamento in prova al servizio sociale,
in detenzione domiciliare o in affidamento in casi
particolari ed il nuovo ordine di esecuzione ….. . 480
9.4. La notifica dell’ordine di esecuzione …………… . 483
9.5. La rinnovazione della notifica dell’ordine di esecuzione … . 487
9.6. Condannato che rimane irreperibile all’ordine di esecuzione
con sospensione della pena………………… . 488
9.7. L’ordinanza di conversione in pena detentiva – Carcerazione . 489
9.8. La sospensione dei termini ………………… . 490
9.9. L’opposizione all’ordine di esecuzione………….. . 490
9.10. Il ricorso per cassazione avverso l’ordinanza del giudice
dell’esecuzione ………………………. . 491
10. La posizione giuridica o ordine di scarcerazione ………… . 491
11. L’incidenza dell’ordine di esecuzione sulla carcerazione cautelare già
in corso per altro titolo – Art. 298 c.p.p. …………….. . 493
12. La sopravvenienza della misura di sicurezza nel corso dell’espiazione
della pena detentiva………………………… . 494
13. Schema riassuntivo ………………………… . 494
Capitolo VIII
LA FUNGIBILITÀ DELLA PENA – ART. 657 C.P.P.
1. Introduzione ……………………………. . 498
2. Il limite normativo del previgente art. 271 c. 4 c.p.p. abrogato …. . 501
3. La pregiudiziale dell’art. 657 n. 4 c.p.p. e l’applicazione della fungibilità
oltre il principio ostativo della norma ………………. . 502
4. La fungibilità in relazione alle diverse tipologie di reato ……. . 505
4.1. Reato istantaneo ……………………… . 505
4.2. Reato continuato ……………………… . 506
4.3. Reato permanente …………………….. . 509
5. Custodia cautelare già sofferta per altro reato in carcere – Fungibilità
consentita ……………………………… . 513
6. Custodia cautelare ancora in corso per altro reato in carcere – Fungibilità consentita ………………………….. . 515
XXIV Indice
7. Arresti domiciliari già sofferti o in corso per altro reato – Fungibilità
consentita ……………………………… . 516
8. Custodia cautelare in carcere e arresti domiciliari sine titulo – Fungibilità consentita ………………………….. . 517
9. Pene espiate per reati oggetto di abolitio criminis – Fungibilità
consentita ……………………………… . 518
10. Pene espiate per reati oggetto di amnistia – Fungibilità consentita. . . 519
11. Pene estinte per reati oggetto di indulto – Fungibilità consentita… . 520
12. Pene espiate per reati oggetto di depenalizzazione – Fungibilità
consentita ……………………………… . 521
13. Pene espiate per reati riconducibili a sentenza oggetto di restituzione
nel termine – Fungibilità consentita ……………….. . 522
14. Pene espiate in relazione a sentenza oggetto di revisione – Fungibilità
consentita ……………………………… . 524
15. Pene espiate costituenti credito che deriva da ordinanza con la quale
viene riconosciuta la continuazione – Fungibilità consentita…… . 525
16. Internamento in misura di sicurezza provvisoria non applicata in via
definitiva – Fungibilità consentita …………………. . 528
17. Detrazione dei periodi di custodia cautelare o di pena detentiva
espiata, dalla pena pecuniaria ancora da pagare o dalla sanzione
sostitutiva – Fungibilità consentita ………………… . 530
18. Periodo di sottoposizione a misura di sicurezza detentiva applicata in
via definitiva e pene detentive ancora da espiare – Fungibilità non
consentita ……………………………… . 532
19. Pena estinta in affidamento al servizio sociale e pena detentiva –
Fungibilità non consentita …………………….. . 533
20. Pena estinta in affidamento al servizio sociale con pena espiata in pari
misura alternativa – Fungibilità consentita ……………. . 535
21. Periodo di sottoposizione a misura coercitiva con pena da espiare in
affidamento o in altra misura alternativa – Fungibilità non consentita. 535
22. Divieto ed obbligo di dimora, obbligo di presentazione alla polizia
giudiziaria con pena detentiva ancora da espiare o con la sanzione
sostitutiva da eseguire o con la libertà controllata da eseguire – Fungibilità non consentita ………………………. . 536
23. Carcerazione cautelare sine titulo e periodo di sottoposizione a misura
di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno –
Fungibilità consentita ……………………….. . 537
24. Ingiusta detenzione con avvenuta riparazione e altra pena in esecuzione – Fungibilità consentita …………………… . 538
25. Pena espiata in liberazione anticipata e pena detentiva da espiare –
Fungibilità consentita ……………………….. . 541
26. Dichiarazione di illegittimità costituzionale dei parametri edittali più
favorevoli – Fungibilità consentita ………………… . 542
27. Commutazione dell’ergastolo con isolamento diurno in pena temporanea – Fungibilità non consentita ………………… . 543
28. Custodia cautelare sofferta in regime di sospensione delle regole di
trattamento e l’isolamento diurno – Fungibilità non consentita…. . 544
Indice XXV
29. I soggetti cui spetta applicare la fungibilità – Il pubblico ministero ed in
subordine il giudice dell’esecuzione ……………….. . 545
30. Schema riassuntivo ………………………… . 548
Capitolo IX
IL DECRETO DI CUMULO – ARTT. 633 E 665 C.P.P.
1. Premessa ……………………………… . 550
2. Natura giuridica – Finalità …………………….. . 552
3. Scopo e momento dell’emissione …………………. . 554
4. Gli elementi del cumulo ……………………… . 556
5. Le sentenze da inserire nel cumulo ……………….. . 557
6. Le sentenze da escludere dal cumulo ………………. . 560
7. Le ordinanze che determinano l’emanazione del cumulo e la necessità
dell’inserimento nel decreto della sentenza cui l’ordinanza si riferisce. 562
8. I soggetti deputati all’emissione del cumulo – Il pubblico ministero ed
il giudice dell’esecuzione ……………………… . 562
9. Il superamento della sospensione disposta ai sensi del c. 5 dell’art. 656
c.p.p. ………………………………… . 569
10. L’amnistia e l’indulto nel cumulo ………………… . 571
11. La fungibilità nel cumulo …………………….. . 573
12. La riduzione dell’indulto nei limiti di legge …………… . 574
13. La revoca del decreto di fungibilità ……………….. . 578
14. Il ridimensionamento della liberazione anticipata ………… . 580
15. L’anticipazione degli effetti della revoca dell’indulto e della sospensione condizionale della pena …………………… . 583
16. Le regole per la redazione del cumulo ……………… . 588
17. Il concetto di pene concorrenti ………………….. . 593
17.1. L’interesse del condannato all’inserimento nel cumulo delle
pene concorrenti già espiate ……………….. . 600
18. Le diverse fattispecie del cumulo delle pene concorrenti –
Introduzione ……………………………. . 602
19. Il cumulo materiale delle pene detentive – Art. 73 c.p………. . 603
20. Il cumulo giuridico del quintuplo – Art. 78 c.p. …………. . 607
20.1. Il calcolo della pena base per il computo del quintuplo nel
giudizio abbreviato e patteggiamento ………….. . 612
20.2. Il cumulo giuridico del quintuplo e l’effetto delle pene
concorrenti ………………………… . 613
21. La detrazione dell’amnistia e dell’indulto dal cumulo giuridico del
quintuplo ……………………………… . 615
22. La detrazione della continuazione dal cumulo giuridico del quintuplo. 619
23. Il cumulo giuridico trentennale ………………….. . 621
24. La detrazione dell’amnistia, dell’indulto e della continuazione dal
cumulo trentennale ………………………… . 622
24.1. La detrazione delle pene già espiate dal cumulo trentennale . 624
25. Il cumulo di più pene temporanee non inferiori ad anni 24 …… . 625
26. Il cumulo dell’ergastolo con altre pene detentive temporanee …. . 626
XXVI Indice
26.1. L’isolamento diurno ed il cumulo…………….. . 629
26.2. L’isolamento nel cumulo e l’indulto …………… . 633
26.3. L’ergastolo con isolamento diurno e la continuazione …. . 635
27. Il cumulo di più ergastoli …………………….. . 636
28. La ratio dei cumuli parziali – Introduzione ……………. . 639
29. La commissione di nuovi reati nel tempo di esecuzione della pena . . 641
29.1. L’inefficacia della carcerazione cautelare nel determinare una
diversa redazione del cumulo ………………. . 648
30. Cumuli parziali per la presenza di più periodi di carcerazione
definitiva ……………………………… . 653
30.1. I cumuli parziali e il riconoscimento della continuazione nella
fase esecutiva ……………………….. . 675
30.2. La detrazione dell’indulto dai cumuli parziali ……… . 675
31. Il cumulo frazionato per effetto dell’applicazione dell’indulto solo ad
alcune sentenze ………………………….. . 683
31.1. Frazionamento con il calcolo matematico ………… . 687
31.2. Sviluppo del cumulo con ricorrenza del trentennale – Art. 78
c.p. …………………………….. . 689
31.3. Sviluppo del cumulo con ricorrenza del quintuplo – Art. 78 c.p.. 693
31.4. Osservazioni sulla separazione delle sentenze – Concreta
inutilità …………………………… . 699
32. Lo scorporo delle pene e lo scioglimento del cumulo ……… . 701
32.1. Lo scorporo e la semilibertà ……………….. . 705
32.2. Lo scorporo ed il cumulo giuridico del quintuplo ……. . 707
32.3. Lo scorporo ed il cumulo giuridico del trentennale …… . 709
32.4. Lo scorporo per conseguire l’espulsione dallo Stato ….. . 721
33. Il cumulo delle pene pecuniarie …………………. . 723
33.1. Il cumulo materiale delle pene pecuniarie………… . 724
33.2. Il cumulo ed il limite matematico delle pene pecuniarie … . 724
33.3. Il superamento del limite matematico delle pene pecuniarie –
Art. 133bis c.p. ………………………. . 724
33.4. Il superamento del limite matematico delle pene pecuniarie –
Art. 27 c.p. ………………………… . 727
33.5. Il superamento del limite matematico delle pene pecuniarie –
Legislazione speciale……………………. . 728
33.6. Il cumulo giuridico del quintuplo delle pene pecuniarie … . 730
33.7. Le pene pecuniarie nel decreto di unificazione frazionato in
cumuli parziali ………………………. . 730
34. Il cumulo delle pene accessorie ………………….. . 731
35. Il cumulo delle misure di sicurezza………………… . 733
36. Il cumulo nei confronti dei dissociati dal terrorismo ………. . 737
37. La notifica del decreto di cumulo ………………… . 738
38. I rimedi contro il decreto di cumulo del PM – Opposizione…… . 739
39. I rimedi contro il decreto di cumulo del giudice dell’esecuzione –
Ricorso ………………………………. . 742
40. Il cumulo del giudice della cognizione e del giudice dell’esecuzione . 742
41. Esempi di provvedimenti di esecuzione di pene concorrenti ….. . 744
Indice XXVII
Capitolo X
L’ATTIVITÀ DELLA MAGISTRATURA DI SORVEGLIANZA
1. Introduzione ……………………………. . 789
2. Il procedimento di sorveglianza – Art. 678 c.p.p. ………… . 790
2.1. Comparazione tra l’attività del magistrato di sorveglianza e
quella del giudice dell’esecuzione …………….. . 792
2.2. Requisiti dell’istanza e necessità dell’elezione di domicilio in
caso di condannato libero ………………… . 793
2.3. Nomina del difensore per la fase della sorveglianza – Caratteristiche dell’avviso di fissazione dell’udienza ………. . 796
2.4. Legittimo impedimento del difensore nel procedimento di
sorveglianza ………………………… . 798
2.5. Onere di allegazione nel procedimento di sorveglianza…. . 799
2.6. Decisione – Notifica ……………………. . 800
2.7. Procedimento de plano ………………….. . 801
2.8. Casi di nullità ……………………….. . 802
2.9. Sospensione dei termini nel periodo feriale nel procedimento
di sorveglianza ………………………. . 803
2.10. Impugnazione – Termini – Presupposti – Effetto esecutivo . . . 803
2.11. Irrevocabilità dell’ordinanza e nuova trattazione ……. . 805
2.12. Ricusazione nel procedimento di sorveglianza ……… . 806
2.13. Contrasto fra ordinanze………………….. . 806
2.14. Il principio del tempus regit actum nel procedimento di
sorveglianza ………………………… . 807
2.15. Lo scorporo delle pene ………………….. . 810
3. Le competenze del Magistrato e del Tribunale di Sorveglianza … . 817
3.1. Il Magistrato di Sorveglianza……………….. . 817
3.2. Il Tribunale di Sorveglianza ……………….. . 819
4. La c.d. Riforma Orlando e Sentenza della Corte Costituzionale n.
41/2018……………………………….. . 820
5. Il Magistrato di Sorveglianza – Benefici ed attività ……….. . 823
5.1. I permessi – Art. 30 O.P. …………………. . 823
5.1.1. Il procedimento – Art. 30 bis O.P. ……….. . 825
5.2. I permessi premio – Art. 30 ter O.P. …………… . 827
5.2.1. Requisiti temporali per l’ammissione ai permessi
premio. ………………………. . 829
5.2.2. Requisiti temporali per l’ammissione ai permessi premio ai recidivi – Art. 30 quater O.P. ………. . 832
5.2.3. Il procedimento – Art. 30 bis O.P. ……….. . 833
5.2.4. Il computo del periodo trascorso in permesso – Art. 53
bis O.P……………………….. . 833
5.3. I rimedi risarcitori – Art. 35 ter O.P. …………… . 833
5.4. La liberazione anticipata – Art. 54 O.P. …………. . 837
5.4.1. Pluralità di provvedimenti ……………. . 841
5.4.2. Il procedimento………………….. . 842
5.5. L’applicazione provvisoria dell’affidamento al servizio sociale –
Art. 47 c. 4 O.P. ……………………… . 843
XXVIII Indice
5.6. Il differimento provvisorio dell’esecuzione – Artt. 146 e 147
c.p., 47 ter c. 1 lett. c) e c. 1 ter e 47 quater O.P. …….. . 843
5.7. Il lavoro all’esterno – Artt. 21 L. 354/1975 e 48 D.P.R. 230/2000. 849
5.8. La licenza premio al condannato ammesso al regime di semilibertà – Art. 52 O.P. …………………… . 851
5.9. La licenza agli internati – Art. 53 O.P. ………….. . 853
5.10. L’infermità psichica sopravvenuta al condannato – Art. 148
c.p. …………………………….. . 856
5.11. La remissione del debito – Art. 106 D.P.R. 230/2000 ….. . 859
5.12. L’espulsione dello straniero – Art. 16 c. 5 D.Lgs. 286/1998. . . 864
5.13. L’esecuzione presso il domicilio delle pene detentive non superiori a 18 mesi – Legge 26 novembre 2010, n. 199…… . 867
5.14. La sopravvenienza di nuovi titoli di privazione della libertà –
Art. 51 bis O.P. ………………………. . 869
5.15. La provvisoria decisione sulla sospensione cautelativa della
misura alternativa in atto – Art. 51 ter O.P. ……….. . 873
5.16. Misure sicurezza – Natura, applicazione – Rinvio ……. . 875
5.17. La conversione delle pene pecuniarie in libertà controllata –
Art. 102 ss. L. 689/1981 ………………….. . 875
5.17.1. La revoca della libertà controllata – Art. 108 L.
689/1981 ……………………… . 879
5.17.2. La conversione delle pene pecuniarie nel lavoro sostitutivo – Art. 105 L. 689/1981 …………… . 882
5.17.3. La revoca del lavoro sostitutivo …………. . 882
5.17.4. Mancata conversione della pena pecuniaria nel caso di
condannato irreperibile ……………… . 883
5.17.5. Il provvedimento di conversione della pena pecuniaria
e sua impugnazione – Art. 107 L. 689/1981 …… . 883
5.18. La rateizzazione della pena ……………….. . 885
6. Il Tribunale di Sorveglianza – Benefici ed attività ………… . 886
6.1. L’affidamento in prova al servizio sociale – Art. 47 L. 354/1975
– Premessa …………………………. . 887
6.1.1. Presupposti per l’ammissione ………….. . 887
6.1.2. Procedimento …………………… . 890
6.1.3. Presentazione dell’istanza – Condannato libero … . 891
6.1.4. Presentazione dell’istanza – Condannato detenuto. . . 892
6.1.5. La decisione ……………………. . 893
6.1.6. Declaratoria di estinzione della pena a seguito di esito
positivo………………………. . 896
6.1.7. La revoca dell’affidamento in prova al servizio sociale. 900
6.2. L’affidamento in prova in casi particolari per tossicodipendenti
ed alcooldipendenti – Art. 94 D.P.R. 309/1990 ……… . 902
6.2.1. Presentazione dell’istanza – Condannato libero … . 903
6.2.2. Presentazione dell’istanza – Condannato libero per
reati 4 bis O.P. ………………….. . 905
6.2.3. Presentazione dell’istanza – Condannato detenuto. . . 908
6.2.4. La revoca dell’affidamento in casi particolari….. . 909
Indice XXIX
6.3. La sospensione dell’esecuzione della pena – Art. 90 D.P.R.
309/1990 ………………………….. . 911
6.3.1. Presentazione dell’istanza – Art. 91 D.P.R. 309/1990 . 912
6.3.2. La decisione ……………………. . 913
6.3.3. L’estinzione della pena e la revoca della sospensione
dell’esecuzione della pena ……………. . 913
6.3.4. La sospensione della pena ex art. 90 D.P.R. 309/1990 e
la sospensione condizionale della pena ex art. 163 c.p.. 914
6.4. La detenzione domiciliare – Art. 47 ter L. 354/1975 …… . 915
6.4.1. La revoca della detenzione domiciliare …….. . 918
6.5. La detenzione nei confronti di soggetti affetti da AIDS – Art.
47 quater O.P………………………… . 920
6.6. La detenzione domiciliare speciale – Art. 47 quinquies O.P. . . 921
6.6.1. Allontanamento dal domicilio senza giustificato motivo – Art. 47 sexies O.P. …………….. . 924
6.7. La semilibertà – Artt. 48 e 50 O.P. ……………. . 924
6.7.1. La revoca della semilibertà – Art. 51 O.P…….. . 927
6.8. Il rinvio obbligatorio dell’esecuzione della pena – Artt. 146 c.p.
e 684 c.p.p. – Premessa ………………….. . 927
6.8.1. Il differimento obbligatorio dell’esecuzione – Art. 146
c.p. ………………………… . 928
6.8.2. Il rinvio facoltativo dell’esecuzione – Art. 147 c.p.. . . 929
6.9. La liberazione condizionale – Artt. 176 c.p. e 682 c.p.p. … . 932
6.9.1. La liberazione condizionale e l’indulto……… . 936
6.9.2. La liberazione condizionale e l’ergastolo ……. . 937
6.9.3. La liberazione condizionale e lo stato giuridico del
condannato ……………………. . 937
6.9.4. La sopravvenienza di nuovi titoli ………… . 938
6.9.5. La liberazione condizionale e la liberazione anticipata. 939
6.9.6. La liberazione condizionale e la riabilitazione …. . 940
6.9.7. La declaratoria di estinzione della pena …….. . 940
6.9.8. La revoca della liberazione condizionale – Art. 177 c.p.. 940
6.10. La riabilitazione – Artt. 178 e 179 c.p. e 683 c.p.p…….. . 942
6.10.1. Presupposti: la buona condotta …………. . 942
6.10.2. I requisiti temporali ……………….. . 943
6.10.3. La competenza – Art. 683 c.p.p. …………. . 946
6.10.4. Presentazione dell’istanza ……………. . 948
6.10.5. La decisione ……………………. . 948
6.10.6. Gli effetti …………………….. . 949
6.10.7. Inapplicabilità della riabilitazione ………… . 950
6.10.8. La revoca della riabilitazione – Art. 180 c.p. ….. . 952
6.11. La depenalizzazione e le misure alternative alla detenzione . . 952
6.12. Divieto di concessione di benefici – Art. 58 quater O.P. … . 955
6.12.1. Ambito di operatività del divieto di concessione dei
benefici – Art. 94 D.P.R. 309/1990 ……….. . 961
6.13. La sospensione cautelativa delle misure alternative – Art. 51 ter
O.P. …………………………….. . 966
6.14. La revoca della liberazione anticipata – Art. 54 O.P. ….. . 967
XXX Indice
6.15. Le attività del Tribunale di Sorveglianza in funzione di giudice
di secondo grado delle decisioni del magistrato di sorveglianza. 971
Capitolo XI
LE MISURE DI SICUREZZA
1. Introduzione ……………………………. . 973
2. Natura giuridica ………………………….. . 974
3. Le specie delle misure di sicurezza – Art. 215 c.p…………. . 977
4. La colonia agricola e la casa di lavoro – Artt. 216 – 217 – 218 c.p. . . . 977
5. La casa di cura e di custodia – Artt. 219 – 220 – 221 c.p. …….. . 979
6. L’ospedale psichiatrico giudiziario ora REMS – Artt. 206 – 222 c.p. . . 982
7. Il riformatorio giudiziario ora collocamento in comunità – Art. 223 c.p.. 989
7.1. Il riformatorio giudiziario ora collocamento in comunità del
minore non imputabile – Art. 224 c.p. ………….. . 992
7.2. Il riformatorio giudiziario ora collocamento in comunità del
minore imputabile – Art. 225 c.p. …………….. . 993
7.3. Il minore delinquente abituale, professionale o per tendenza –
Art. 226 c.p. ………………………… . 993
8. La libertà vigilata – Artt. 228 – 229 – 230 – 232 c.p. ……….. . 993
8.1. Le trasgressioni degli obblighi imposti dalla libertà vigilata –
Art. 231 c.p. ………………………… . 999
9. Il divieto di soggiorno in uno o più comuni o in una o più province –
Art. 233 c.p. ……………………………. . 1000
10. Il divieto di frequentare osterie e pubblici spacci di bevande alcoliche
– Art. 234 c.p…………………………….. . 1000
11. L’espulsione dello straniero dallo Stato – Art. 235 c.p………. . 1000
11.1. I casi nei quali ricorre l’espulsione dallo Stato ……… . 1002
11.2. L’espulsione disposta ai sensi dell’art. 86 D.P.R. 309/1990
(T.U. stupefacenti)…………………….. . 1004
12. La cauzione di buona condotta – Artt. 237 – 238 – 239 c.p. …… . 1006
13. La confisca – Artt. 240 – 240 bis c.p. ……………….. . 1007
14. L’infermità psichica sopravvenuta al condannato – Art. 148 c.p. … . 1010
15. I presupposti per l’applicazione delle misure di sicurezza – Art. 199 –
200 – 201 – 202 – 203 c.p. ……………………… . 1013
16. Il momento in cui vengono ordinate – Art. 205 c.p. e di attuazione –
Artt. 211 – 211 bis c.p. ………………………. . 1015
17. Gli effetti della estinzione del reato e della pena sulle misure di
sicurezza – Art. 210 c.p……………………….. . 1019
18. I soggetti nei cui confronti non opera l’effetto estintivo dell’indulto e
la conseguente inapplicabilità delle misure di sicurezza …….. . 1022
19. I provvedimenti del magistrato di sorveglianza che modificano le
singole misure di sicurezza…………………….. . 1023
19.1. L’accertamento della pericolosità sociale – Art. 203 c.p. … . 1024
19.2. L’applicazione provvisoria delle misure di sicurezza – Art. 206
c.p. .. . 1026
Indice XXXI
19.3. La sospensione e la trasformazione delle misure di sicurezza –
Art. 212 c.p.  . 1028
19.4. La modifica delle misure di sicurezza – Art. 218 c.p. ….. . 1030
19.5. La sostituzione delle misure di sicurezza – Artt. 219 c. 3 – 221 c.
2 – 223 c. 2 – 231 c. 2 – 232 c. 3 c.p. ……………. . 1030
19.6. L’unificazione delle misure di sicurezza – Art. 209 c.p. …. . 1032
19.7. Il riesame della pericolosità del soggetto della misura in corso
– Art. 208 c.p. . . 1035
19.8. La revoca delle misure di sicurezza – Art. 207 c.p…….. . 1036
19.9. L’inosservanza delle misure di sicurezza – Art. 214 c.p….. . 1037
20. Il tribunale di sorveglianza quale giudice di cognizione di appello. . . 1038
Capitolo XII
LE PENE ACCESSORIE
1. Introduzione. . 1044
2. L’interdizione dai pubblici uffici – Artt. 28, 29 c.p. ……….. . 1049
2.1. L’interdizione perpetua . . 1049
2.2. L’interdizione temporanea. 1050
3. L’interdizione da una professione o da un’arte – Art. 30 c.p. ….. . 1051
4. Interdizione per delitti commessi con abuso di un pubblico ufficio o di
una professione o di un’arte – Art. 31 c.p. ……………. . 1052
5. L’interdizione legale durante la pena – Art. 32 c.p. ……….. . 1053
6. L’interdizione temporanea dagli uffici direttivi delle persone giuridiche
e delle imprese – Art. 32 is c.p.  . 1054
7. L’incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione – Art. 32
ter c.p. .. 1054
8. Casi nei quali alla condanna consegue l’incapacità di contrattare con la
pubblica amministrazione – Art. 32 quater c.p.. . 1055
9. Casi nei quali alla condanna consegue l’estinzione del rapporto di
lavoro o di impiego – Art. 32 quinquies c.p. ……. . 1056
10. La decadenza e la sospensione dalla responsabilità genitoriale – Art. 34
c.p. e l’interdizione perpetua dall’esercizio della tutela, della curatela e
dall’amministratore di sostegno…. . 1056
11. La sospensione dall’esercizio di una professione o di un’arte – Art. 35
c.p. .. . 1059
12. La sospensione dall’esercizio degli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese – Art. 35 bis c.p. .. . 1059
13. La pubblicazione della sentenza penale di condanna – Art. 36 c.p. . . 1060
14. Il divieto di emettere assegni bancari e postali – Art. 7 L. 386/1990 . . 1063
15. L’inabilitazione all’esercizio di impresa commerciale e l’incapacità ad
esercitare uffici direttivi presso qualsiasi impresa – Artt. 216 e 217 R.D.
267/1942 …… . 1063
16. Il divieto di espatrio ed il ritiro della patente di guida – Art. 85 del
D.P.R. 309/1990 … . 1066
XXXII Indice
17. L’interdizione dalle funzioni di rappresentanza e assistenza in materia
tributaria e l’interdizione perpetua dall’ufficio di componente di commissione tributaria – Art. 12 D.Lgs. 74/2000. . 1067
18. L’applicazione delle pene accessorie ai minorenni . 1068
19. La determinazione della sanzione che dà luogo alla pena accessoria . 1068
19.1. La sentenza definita con i procedimenti speciali …….. . 1070
20. La durata delle pene accessorie temporanee – Art. 37 c.p. …… . 1071
21. Le pene accessorie predeterminate da legge – Omessa disposizione
nella sentenza di condanna . 1071
22. La decorrenza delle pene accessorie  . 1074
22.1. Le misure alternative e la decorrenza delle pene accessorie . . 1077
22.2. Lo stato detentivo per una pluralità di fatti e la decorrenza
delle pene accessorie. . 1078
23. La sospensione condizionale della pena e la pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici.. . 1079
24. Il principio di legalità e le pene accessorie .. . 1080
25. Le pene accessorie nel cumulo…. . 1080
26. L’esecuzione delle pene accessorie. . 1081
27. L’inosservanza delle pene accessorie . 1082
28. L’estinzione delle pene accessorie  . 1083
29. La demolizione e la rimessione in pristino.. . 1084
Capitolo XIII
LA GRAZIA – ART. 681 C.P.P.
1. Introduzione. . 1091
2. Natura giuridica . . 1091
3. La relazione tra il Presidente della Repubblica ed il Ministro della
Giustizia – Sviluppi procedurali .. . 1093
4. La grazia e l’indulto – Affinità e diversità … . 1098
5. Il procedimento . . 1100
6. Le pene estinguibili per effetto della grazia . . 1103
7. Il differimento della pena in attesa della decisione sulla grazia…. . 1104
Capitolo XIV
IL PRINCIPIO DI SPECIALITÀ NELL’ESTRADIZIONE ATTIVA
E LA SUA INFLUENZA NELL’ESECUZIONE
1. Estradizione — Nozione . 1105
2. Estradizione attiva – Art. 720 c.p.p….. . 1110
2.1. La diffusione delle ricerche in campo internazionale – Interpol
– Meccanismo S.I.S. – S.I.RE.N.E.. 1110
2.2. La documentazione necessaria ai fini dell’arresto provvisorio in
ambito estraneo all’area Schengen . 1111
3. Il Mandato di arresto europeo (MAE) .. . 1111
Indice XXXIII
3.1. Il contenuto del MAE nella procedura attiva.. . 1113
3.2. Quando viene emesso il MAE. 1114
4. Il principio di specialità – Artt. 699 e 721 c.p.p. – Art. 14 Convenzione
Europea di Estradizione del 1957. . 1117
4.1. L’inoperatività del principio di specialità sulle misure di
prevenzione … . 1130
5. Il principio di specialità e il cumulo .. . 1131
5.1. Il principio di specialità e l’indulto .. . 1132
6. Computo della custodia cautelare sofferta all’estero a seguito di domanda di estradizione… . 1134
7. La Convenzione di Strasburgo del 1983 sul trasferimento delle persone
condannate. . 1135
7.1. Condizioni per il trasferimento . . 1135
7.2. La documentazione necessaria. . 1136
7.3. L’esecuzione della sentenza .. . 1136
8. Casistica  . 1138
Capitolo XV
APPUNTI E CONSIGLI PER IL DIFENSORE
1. Premessa … . 1141
2. Indisponibilità degli atti processuali .. . 1142
3. Difensore – Nomina per la fase esecutiva .. . 1142
4. Giudice dell’esecuzione – Competenza . 1144
5. Il procedimento di esecuzione e quello di sorveglianza .. . 1145
6. Impossibilità presentazione istanza in mancanza di irrevocabilità – Il
caso particolare disciplinato dagli artt. 90 e 94 D.P.R. 309/1990 … . 1146
7. Il riconoscimento del vincolo della continuazione. 1146
8. Gli incidenti di esecuzione avverso i provvedimenti del PM, compreso
quello che ha negato la sospensione della pena con l’ordine di
esecuzione…. . 1147
9. La fungibilità di un periodo di carcerazione cautelare già oggetto di
equa riparazione. . 1148
10. La revisione – Prove nuove e prove già acquisite nel procedimento già
definito… . 1148
11. Amnistia, indulto e pene già espiate  . 1149
12. Decreto di cumulo – Benefici penitenziari – Reati ostativi – Scorporo
delle pene .. . 1149
13. Scorporo delle pene – Scissione del cumulo – Nuova decorrenza del dies
a quo per la concessione dei permessi premio  . 1151
14. Tu ed il cumulo – Il cumulo e l’esecuzione – Tu e l’esecuzione…. . 1152
15. Le scarcerazioni che possono essere richieste al pubblico ministero. . 1158
16. Le scarcerazioni che possono essere richieste al giudice
dell’esecuzione… . 1159
17. Le scarcerazioni che possono essere richieste alla magistratura di
sorveglianza. . 1159
XXXIV Indice
18. Affidamento in prova in casi particolari – Art. 94 D.P.R. 309/1990 e
sospensione dell’esecuzione della pena – Art. 90 D.P.R. 309/1990 . . . 1162
19. La liberazione anticipata concessa prima dell’emissione dell’ordine di
esecuzione. . 1163
20. Le misure coercitive e la loro decadenza con l’irrevocabilità 1165
21. Le ordinanze – Impugnazione  1165
22. La riduzione e la revoca dell’indulto  1167

23. La ricerca della minor pena da espiare  . 1168
24. Riforma della pena – Pene accessorie  . 1169
25. Schema per l’accesso alle misure alternative alla detenzione 1170

130,00 123,50

130,00 123,50

© 2019 Copyright Medichini Clodio.

Web Design by Khamilla.com