Il tuo carrello

In offerta!

TRUST E AFFIDAMENTO FIDUCIARIO. APPLICAZIONE IN ITALIA DELLA LEGGE DI SAN MARINO

Informazioni aggiuntive

IN SINTESI

Tempi di spedizione 2/3 giorni lavorativi

AUTORE: Saverio Bartoli

EDITORE: GIUFFRE’

ANNO DI PUBBLICAZIONE: 01/2021

18,00 17,10

APPROFONDISCI

INDICE:

Parte I – Il trust pag. 7
1. Inquadramento pag. 7
2. L’entrata in vigore in Italia
della convenzione de L’Aja
e l’ammissibilità del “trust
interno” pag. 8
3. Il trust interno regolato
dalla legge di San Marino pag. 13
3.1. La legge sanmarinese
sul trust pag. 13
3.2. Il trust oggetto
di indagine pag. 13
3.3. Le disposizioni della
Legge di maggior interesse
per il professionista italiano pag. 14
3.3.1. Il trust autodichiarato pag. 14
3.3.2. La compatibilità con
l’esistenza di un trust della
riserva di diritti o poteri
da parte del disponente pag. 14
3.3.3. Il trust autodestinato pag. 17
3.3.4. Il trust di scopo pag. 18
3.3.5. La durata del trust pag. 18
3.3.6. L’agente residente pag. 18
3.3.7. Le cause di invalidità
del trust pag. 19
3.3.8. L’inclusione fra i beni
trust del lucro indebitamente
conseguito dal trustee pag. 20
3.3.9. L’abbandono del
carattere imperativo della
cosiddetta “regola Saunders
v. Vautier” pag. 21
3.3.10. Le previsioni in tema
di volontaria giurisdizione pag. 22
3.3.10.1. Considerazioni
generali pag. 22
3.3.10.2. La nomina e la
revoca giudiziale del trustee
e del guardiano.
Le direttive giudiziali pag. 24
3.3.10.3. Il trasferimento dei
beni dal trustee uscente
a quello subentrante pag. 26
3.3.10.4. I provvedimenti
volti ad autorizzare
o ratificare il compimento
di un atto utile non
rientrante fra i poteri
del trustee pag. 28
3.3.10.5. Le azioni
di separazione
e di recupero pag. 29
3.3.11. La responsabilità del
trustee per i debiti nascenti
dalla sua attività gestoria pag. 34
3.3.12. I beneficiari nascituri
e la capacità di ricevere per
donazione o testamento pag. 36
3.3.13. Il protective trust pag. 37
3.3.14. La modifica
del contenuto del trust pag. 39
3.3.15. L’accollo liberatorio
ex lege dei debiti contratti
dal trustee in capo
ai beneficiari finali pag. 39
3.4. Altre previsioni
della Legge pag. 40
Sommario
3
3.4.1. La forma dell’atto e la
natura del trasferimento
mortis causa al trustee pag. 40
3.4.2. L’attestato del trust
e il registro dei trust pag. 42
3.4.3. Il trust irrevocabile
o revocabile pag. 45
3.4.4. Il libro degli eventi
del trust: informazioni
e documenti pag. 47
3.4.5. Gli atti dispositivi della
posizione beneficiaria pag. 48
3.4.5.1. La rinunzia alla
posizione beneficiaria pag. 48
3.4.5.2. Gli altri atti
dispositivi della posizione
beneficiaria pag. 49
3.4.6. La natura fiduciaria
o personale dei poteri del
guardiano (e del trustee) pag. 50
Parte II – L’affidamento
fiduciario pag. 54
4. Dall’atipicità alla tipicità
(art. 2645-ter c.c.) dell’atto
di destinazione pag. 54
5. La progressiva emersione
dell’affidamento fiduciario pag. 54
5.1. L’istituto come negozio
atipico e il dibattito
sulla sua ammissibilità pag. 54
5.2. La legge di San Marino
n. 43/2010 e l’affidamento
fiduciario nel nostro
ordinamento pag. 56
5.3. La legge sul “dopo di noi”
n. 112/2016 e l’affidamento
fiduciario nel nostro
ordinamento pag. 57
5.4. Le due modalità
alternative di utilizzo
dell’affidamento fiduciario
in Italia pag. 58
5.5. Le disposizioni della
Legge di maggior interesse
per il professionista italiano pag. 60
5.5.1. Natura giuridica,
nozione e forma
dell’affidamento fiduciario pag. 60
5.5.2. L’affidamento
fiduciario autodestinato pag. 61
5.5.3. L’affidamento
fiduciario di scopo pag. 63
5.5.4. La durata del negozio pag. 63
5.5.5. L’oggetto del negozio pag. 63
5.5.6. Il soggetto deputato
al controllo della gestione
dell’affidatario pag. 64
5.5.7. La separazione
patrimoniale prodotta
dal negozio pag. 65
5.5.8. La responsabilità
dell’affidatario per i debiti
nascenti dall’attività
gestoria pag. 65
5.5.9. La prova del negozio pag. 66
5.5.10. La cessazione
dall’ufficio e la sostituzione
dell’affidatario pag. 66
Sommario
4
5.5.11. La pubblicità
del negozio pag. 68
5.5.12. I limiti dei poteri
dell’affidatario pag. 68
5.5.13. La natura “fiduciaria”
dei poteri dell’affidatario pag. 69
5.5.14. L’inclusione fra i beni
oggetto dell’affidamento
fiduciario dei vantaggi
indebitamente ottenuti
dall’affidatario pag. 69
5.5.15. Le conseguenze
dell’indebita alienazione,
da parte dell’affidatario,
dei beni oggetto
dell’affidamento fiduciario pag. 69
5.5.16. Le modalità
di individuazione
dei beneficiari
e delle loro spettanze pag. 70
5.5.17. La risoluzione
del negozio e il principio
di autotutela pag. 72
5.5.18. L’intervento della
Corte in sede di volontaria
giurisdizione pag. 73
5.5.18.1. Considerazioni
generali pag. 73
5.5.18.2. Nomina e revoca
giudiziale dell’affidatario
e trasferimento dei beni
dall’affidatario uscente
al subentrante pag. 73
5.5.18.3. L’emanazione di
direttive giudiziali gestorie pag. 74
5.5.18.4. La modifica
del contenuto del negozio pag. 74
5.5.19. L’affidamento
fiduciario in favore
di soggetti deboli pag. 75
5.5.20. Le azioni di riduzione
e di restituzione pag. 76
5.5.20.1. La legittimazione
passiva pag. 76
5.5.20.2. L’affidamento
fiduciario del quale
è beneficiario un soggetto
debole pag. 79
5.5.21. L’azione revocatoria pag. 80
5.5.21.1. L’elemento
psicologico pag. 80
5.5.21.2. La legittimazione
passiva pag. 82
L’AUTORE
Saverio Bartoli, Avvocato in Firenze, autore di numerose monografie e saggi su riviste giuridiche in tema di trust, atto di destinazione e affidamento fiduciario, nonché relatore in molti convegni e seminari dedicati a tali istituti

DESCRIZIONE:

Officina del diritto: è uno strumento di lavoro e di studio pensato per arricchire le proprie conoscenze giuridiche attraverso un sistema di lettura strutturato su più livelli: uno più immediato che consente di focalizzare i concetti “guida” di una precisa fattispecie giuridica con l’utilizzo di esempi, tavole sinottiche, schemi, formule, quesiti, mappe giurisprudenziali, e un altro più approfondito che illustra organicamente la materia e nel quale si rinvengono informazioni puntuali e chiarimenti mirati di pronta fruibilità. L’opera “Trust e affidamento fiduciario. Applicazione in Italia della legge di San Marino” affronta le seguenti tematiche: Vantaggi e opportunità per il professionista italiano – Nomina e revoca giudiziale del trustee e del guardiano – Ordinamento giuridico di civil law e norme scritte in lingua italiana- Trasferimento dei beni dal trustee uscente a quello subentrante -Affidamento fiduciario disciplinato da una legge – Iniziative giudiziarie contro il trustee inadempiente

18,00 17,10

18,00 17,10

© 2019 Copyright Medichini Clodio.

Web Design by Khamilla.com